INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il caso TikTok in Italia che ha visto il decesso di una bambina di 10 anni ha causato uno studio più approfondito da parte del Garante della Privacy riguardo l’accesso dei minori ai social network, portando infine alla creazione di uno spot pubblicitario online e in TV da parte dell’autorità in collaborazione con Telefono Azzurro.

Il video lo potete vedere anche in copertina in questo articolo ed è piuttosto chiaro: l’obiettivo è sensibilizzare famiglie e genitori sul tema della sicurezza dei propri figli online. TikTok da domani 9 febbraio 2021 lancerà un nuovo sistema di verifica dell’età per i vari profili, ma sarà solo uno dei piccoli provvedimenti da prendere per evitare ulteriori casi di cronaca nera come quello visto a gennaio.

La clip in questione dura circa 30 secondi e raggiungerà anche i canali televisivi di emittenti come Rai e Mediaset e anche diverse stazioni radiofoniche, così da ricordare ai genitori di prestare attenzione a ciò che i propri figli minorenni fanno con smartphone e computer quando sono da soli. La domanda chiave, infatti, è “sei sicuro che tuo figlio abbia l’età per i social network?”. A questo problema si aggiunge la salvaguardia dei dati personali e l’importanza della cultura della privacy sia per i grandi che per i piccini.

Sarà questo spot efficace nel suo intento? Difficile dirlo, ma con ogni probabilità non sarà l’unico provvedimento preso dalle autorità competenti per educare la popolazione su questo tema particolarmente complesso da affrontare, specialmente nel caso di coloro che con la tecnologia non hanno un ottimo rapporto.

Tra le altre proposte figuravano anche la possibilità di richiedere ai giovani di iscriversi a tutti i social network tramite SPID e l’introduzione di una formazione specifica a tutti i giovani.

Quanto è interessante?
1