A causa delle alte temperature i laghi Himalayani potrebbero causare inondazioni

A causa delle alte temperature i laghi Himalayani potrebbero causare inondazioni
di

Uno studio spiega come l’innalzamento delle temperature potrebbe provocare lo scioglimento dei ghiacciai nell'Himalaya e causare inondazioni, lungo la valle, potenzialmente distruttive.

L’Himalaya è un imponente e maestoso sistema montuoso a forma di arco che tocca vari stati diversi e, al suo interno, sono presenti alcune delle montagne più alte che possiamo trovare sulla Terra. Ma al di là dell’incredibile spettacolo fornito da questa formazione naturale, un gruppo di scienziati dell’Università di Potsdam mette in guardia su un potenziale pericolo che quelle vette celano. Lo studio è stato pubblicato su Procedings of the National Academy e ci spiega come sull'Himalaya si siano formati all'incirca 5000 laghi che potrebbero rompere gli argini provocando, a valle, delle potenzialmente pericolosissime inondazioni a causa dell’innalzamento delle temperature. Lo studio è stato dedotto tramite delle simulazioni create utilizzando dati provenienti sia dai satelliti che dalla topografia della catena montuosa.

Il numero di simulazioni che sono state effettuate è dell’ordine di 5,4 miliardi ed hanno stabilito una previsione su ciò che sarebbe successo a seguito del riversarsi a valle dell’acqua dei laghi. Questi laghi si formano tramite lo scioglimento dei ghiacciai che scendono a valle finché non raggiungono degli avvallamenti dove si accumulano. Durante la loro discesa, questi ghiacciai raccolgono rocce e altri detriti che formano come una specie di muro, di argine del lago. Questo processo porta alla formazione delle cosiddette morene. Con l’aumento delle temperature, il ghiaccio che tiene uniti, come se fosse del cemento, i detriti delle morene si scioglie e queste barriere si indeboliscono fino a disfarsi, lasciando andare l’acqua del lago.

Ovviamente l’acqua che si riversa più a valle potrebbe, secondo lo studio, aumentare la frequenza con cui avvengono gli alluvioni in tutte quelle zone attraversate dai più importanti fiumi che si originano dalla catena dell’Himalaya come, per esempio, l’Indo inferiore, il Gange oppure il Brahmaputra. Inoltre lo studio punta i riflettori su tutte le attività antropiche e sulle le popolazioni che abitano in queste zone che, a detta degli scienziati, potrebbero essere a rischio.

Quanto è interessante?
5