La centrale nucleare di Chernobyl non ha più elettricità: ecco cosa comporta

La centrale nucleare di Chernobyl non ha più elettricità: ecco cosa comporta
di

Secondo quanto ha annunciato dalla compagnia energetica statale ucraina, la centrale nucleare di Chernobyl e tutte le strutture nella zona di esclusione sono state completamente disconnesse dalla rete elettrica. 20.000 unità di combustibile nucleare esaurito non riceveranno più il raffreddamento attivo, cosa succederà adesso?

I funzionari ucraini affermano che ciò potrebbe aumentare la probabilità dell'evaporazione del materiale nucleare e fornire una dose pericolosa di materiale radioattivo al personale dell'impianto. Tuttavia, secondo altri esperti di energia nucleare interpellati, poiché le barre di combustibile esaurito hanno 22 anni e sono molto più fredde di prima, questo evento è improbabile.

"Le barre di combustibile esaurito hanno almeno 22 anni. Hanno pochissimo calore da dissipare", scrive su Twitter Mark Nelson, amministratore delegato del Radiant Energy Fund, che fornisce consulenza alle aziende e alle organizzazioni no-profit sull'energia nucleare. "Il loro calore è abbastanza basso che gli esperti con cui ho parlato si aspettano settimane o addirittura mesi per riscaldare l'acqua abbastanza da asciugare la piscina".

I funzionari dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (AIEA) delle Nazioni Unite hanno espresso crescente preoccupazione per il benessere del personale di Chernobyl, che è stato tenuto in ostaggio nell'impianto per due settimane. Martedì 8 marzo, invece, i sistemi per monitorare il materiale nucleare negli impianti di scorie radioattive di Chernobyl hanno smesso di trasmettere dati alle Nazioni Unite.

Attualmente 8 dei 15 reattori nucleari operativi dell'Ucraina sono ancora online, ha affermato l'autorità di regolamentazione nucleare ucraina nella dichiarazione, inclusi due nell'impianto di Zaporizhzhya che è stato catturato dalle forze russe la scorsa settimana

Quanto è interessante?
3