CEO di Epic Games su Apple: 'Il suo mondo è il più irregolare nella storia'

CEO di Epic Games su Apple: 'Il suo mondo è il più irregolare nella storia'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

In questi giorni si è aperto un grande dibattito negli Stati Uniti d'America, derivante dall'audizione del Congresso legata ai colossi del mondo tech. Tra le aziende coinvolte, c'è stata anche Apple, dato che all'audizione ha partecipato Tim Cook. Arrivano in questo contesto le dichiarazioni di Tim Sweeney, CEO di Epic Games.

In particolare, stando anche a quanto riportato da Bloomberg su Twitter (via 9to5Mac), Sweeney ha affermato che "Il campo di gioco di Apple è il più irregolare nella storia dei prodotti tecnologici", facendo particolare riferimento alle commissioni legate alla pubblicazione delle applicazioni sul negozio digitale dell'azienda di Cupertino: l'App Store. Per chi non lo sapesse, Apple trattiene il 30% di ogni transazione effettuata tramite l'App Store (ora l'azienda ha abbassato le commissioni al 15% in alcuni casi, come quando viene pagato l'abbonamento per oltre un anno).

In questi giorni, nel contesto dell'audizione del Congresso USA, sono state mosse delle accuse importanti alla società di Tim Cook. Infatti, tra le altre cose, è stata sollevata proprio la questione delle commissioni, dato che Apple in passato avrebbe fatto un "favore" ad Amazon abbassando le commissioni al 15% per quanto riguarda l'applicazione ufficiale di Prime Video.

Il CEO di Epic Games ha affermato di aver provato a contattare più volte la società di Cupertino in merito alle pratiche utilizzate sull'App Store, ma, stando a Sweeney, Apple avrebbe sempre rifiutato tutte le sue richieste. Inoltre, il CEO di Epic Games ha dichiarato che la sua azienda aveva chiesto ad Apple se fosse possibile pubblicare l'applicazione Epic Games Store sull'App Store, ma a quanto pare gli avvocati della società di Cupertino avrebbero inviato una lettera di rifiuto.

Le accuse mosse da Sweeney non si fermano qui: "Hanno regole che affermano che non puoi creare software in concorrenza con quelle applicazioni di Apple che sono la chiave del loro ecosistema. [...] Non è assolutamente una situazione accettabile per una piattaforma con un miliardo di utenti".

In una comparazione con il mondo Android, Sweeney ha affermato che anche Google effettua trattiene delle commissioni, ma che perlomeno su quella piattaforma gli utenti possono scegliere di installare le applicazioni in diversi modi, che vanno anche oltre al Play Store.

Quanto è interessante?
5
CEO di Epic Games su Apple: 'Il suo mondo è il più irregolare nella storia'