Il CEO di Foxconn non è ottimista sulla crisi dei semiconduttori, durerà per tutto il 2022

Il CEO di Foxconn non è ottimista sulla crisi dei semiconduttori, durerà per tutto il 2022
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Da quasi due anni, il mercato dell'informatica e quello dell'elettronica di consumo sono imbrigliati in una crisi della disponibilità di semiconduttori, nota come "chip shortage" per via delle ripercussioni della mancanza di materie prime sulla produzione dei chip. La crisi ha impattato duramente anche su altri settori, come quello dell'automotive.

Secondo i più ottimisti, come la CEO di AMD Lisa Su, la crisi potrebbe terminare già nel 2022. Stando al parere di molti altri, come gli esperti di semiconduttori di Deloitte, il chip shortage potrebbe durare per diversi altri anni, o addirittura "indefinitamente" nel futuro prossimo.

Sulla questione è intervenuto anche Liu Young-Way, CEO di Foxconn, l'azienda che produce numerose componenti degli iPhone di Apple: secondo Young-Way, le incertezze derivanti dalla pandemia potrebbero peggiorare la disponibilità delle scorte, che a sua volta potrebbe innescare un crollo dei guadagni per le aziende produttrici, riducendo ulteriormente la produzione di chip anche a fronte di un'elevata domanda.

A ciò, il CEO di Foxconn aggiunge anche fattori raramente presi in considerazione da altre personalità dell'industria, ovvero le tensioni geopolitiche tra Cina, Taiwan e Stati Uniti e i problemi della catena produttiva, costretta a chiudere in alcune sue parti di mese in mese a seconda della situazione pandemica in varie parti del mondo. Solo Foxconn, per esempio, prevede di perdere a causa di questi fattori una percentuale compresa tra il 3% e il 15% dei propri guadagni nel quarto trimestre del 2022.

La previsione di Young-Way è dunque vicina a quella del CEO di Intel Pat Gelsinger, secondo cui la crisi dei semiconduttori non si risolverà prima del 2023. Numerose sono al momento le aziende colpite dalla crisi: solo nelle ultime ore, Starlink ha dovuto posticipare un milione di ordini per le sue parabole per via della mancanza di componenti necessarie alle loro produzione, mentre PS5 e Xbox Series S saranno introvabili anche nel 2022 a causa della mancanza di GPU da inserire nelle console.

Quanto è interessante?
1