Il CEO di Huawei conferma: "Apple è il nostro principale mentore"

Il CEO di Huawei conferma: 'Apple è il nostro principale mentore'
di

Non è la prima volta che il fondatore ed amministratore delegato di Huawei, Ren Zhengfei, elogia Apple. Già in passato aveva definito la casa di Cupertino un mentore nonchè punto di riferimento per il settore tecnologico. Nel corso del weekend ha rilasciato delle nuove dichiarazioni di questo tipo, ma riferendosi alla privacy.

In una recente intervista con il Financial Times, Zhengfei ha affermato che se il governo cinese dovesse mai chiedere alla società di sbloccare uno smartphone o fornire i dati degli utenti, non accetterebbe mai in quanto preferisce proteggere la privacy dei propri clienti.

Secondo Zhengfei, un'eventuale consegna dei dati da parte di Huawei provocherebbe un effetto a catena per la compagnia, che partirebbe da una serie di pressioni a livello internazionali da parte degli Stati Uniti e finirebbe il collasso della società in quanto "gli utenti di 170 paesi smetterebbero di acquistare i nostri prodotti".

L'anziano dirigente cinese ha ribadito un concetto più volte espresso anche dal collega di Apple: i dati degli utenti non sono di proprietà delle società. "Gli operatori devono tenere traccia di ogni utente, altrimenti non sarebbe possibile effettuare chiamate. E' dovere delle tlc tracciare i dati degli utenti. Noi, in quanto fornitore di prodotti, non tracciamo e monitoriamo alcun dato" ha aggiunto.

Per quanto riguarda il ban di Trump, poi revocato dopo la pace, Zhengfei ha affermato nuovamente che le preoccupazioni degli Stati Uniti sul tema della privacy sono infondate.

FONTE: pocketnow
Quanto è interessante?
2