Chandrayaan-2: l'India lancia l'ambiziosa missione per sbarcare al Polo Sud della Luna

Chandrayaan-2: l'India lancia l'ambiziosa missione per sbarcare al Polo Sud della Luna
di

La missione senza equipaggio Chandrayaan-2 dell'India è stata lanciata oggi dal Satish Dhawan Space Center, attraverso un razzo Geosynchronous Satellite Vehicle Vehicle Mark III alle 11:13 (ora italiana).

"Miei cari amici, oggi è una giornata storica per lo spazio e la tecnologia scientifica in India", ha detto K. Sivan, presidente dell'India Space Research Organization (ISRO). "È l'inizio di un viaggio storico dell'India verso la Luna."

L'astronave raggiungerà l'orbita lunare il 6 settembre, e posizionerà una coppia rover-lander vicino al polo sud della Luna. Questa missione è molto importante per il paese, l'India sarà infatti la quarta nazione a far atterrare un veicolo sulla Luna, dopo Stati Uniti, Russia e Cina.

La missione Chandrayaan-2 era originariamente programmata per essere lanciata nel 2013, in collaborazione con la Russia. A causa di alcuni ritardi significativi da parte del paese però, l'India decise di fare tutto internamente.

Il costo della missione è di 10 miliardi di rupie (circa 145 milioni di dollari) affermano i funzionari della Indian Space Research Organization (ISRO). Chandrayaan-2 si sistemerà in un'orbita circolare, a 100 chilometri sopra la superficie lunare. Alla fine, l'orbiter dispiegherà il duo, che atterrerà su una pianura a sud dell'equatore lunare.

Il lander è stato chiamato Vikram (in onore di Vikram Sarabhai, il padre del programma spaziale indiano), mentre il rover Pragyan ("saggezza" in lingua sanscrita). Pragyan sarà in grado di viaggiare fino a 500 metri e comunicherà solo con il lander, che sarà in grado di trasmettere informazioni sia all'orbiter di Chandrayaan-2 sia all'Indian Deep Space Network qui sulla Terra.

L'orbiter trasporta otto strumenti scientifici, tra cui telecamere e spettrometri; Vikram è equipaggiato con quattro strumenti e Pragyan due. Chandrayaan-2 (l'orbiter) è progettato per funzionare per un anno terrestre. Vikram e Pragyan, al contrario, dovrebbero lavorare in superficie solo per metà di un giorno lunare, circa 14 giorni terrestri.

"Attraverso questo sforzo, l'obiettivo è quello di migliorare la nostra comprensione della luna - scoperte che andranno a beneficio dell'India e dell'intera umanità" scrivono i funzionari ISRO in una descrizione di Chandrayaan-2.

FONTE: space.com
Quanto è interessante?
7
Chandrayaan-2: l'India lancia l'ambiziosa missione per sbarcare al Polo Sud della Luna