Chi ha fatto sul fondo dell'oceano tutti questi milioni di buchi?

Chi ha fatto sul fondo dell'oceano tutti questi milioni di buchi?
di

Nel Mare del Nord, un'enigma celato tra le acque torbide ha tenuto gli scienziati con il fiato sospeso: sul fondale c'è un paesaggio costellato di fosse misteriose. Questi avvallamenti, tondi o ovali, si spandono sul letto marino variando in larghezza da pochi metri a oltre sessanta, ma con una profondità uniforme di soli undici centimetri.

Originariamente si pensava fossero il risultato dell'effervescenza di metano o altre acque sotterranee, un'ipotesi che recenti scoperte hanno rovesciato, dipingendo un quadro molto più vivace e dinamico. Lontano dall'essere semplici cicatrici geologiche, queste fosse nascondono una verità più animata: sono l'opera di Focenidi (piccoli cetacei) in cerca di nutrimento.

Jens Schneider von Deimling, geoscienziato dell'Università di Kiel, ha guidato questa rivoluzione nel pensiero scientifico, sfidando l'idea consolidata che il metano fosse il principale scultore di queste forme. Le correnti forti e la sabbia porosa del Mare del Nord, infatti, si rivelano un ambiente poco propizio all'accumulo di metano, portando Schneider von Deimling e il suo team a indagare oltre.

Utilizzando sonar ad alta risoluzione, gli scienziati hanno potuto esaminare con precisione millimetrica le caratteristiche uniche di queste fosse, scoprendo che la loro forma non corrispondeva affatto a quella che si sarebbe aspettata da fuoriuscite di metano. La chiave di volta è arrivata da un biologo e amico subacqueo, che ha illuminato il ruolo dei Focenidi nella creazione di queste fosse durante la loro ricerca di anguille di sabbia, nascoste nel fondale marino.

Questo studio interdisciplinare ha non solo rivelato l'impatto degli animali marini nella modellazione del paesaggio sottomarino ma ha anche aperto nuove strade nella comprensione dei processi geologici e biologici che definiscono il nostro pianeta.

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi