Chi ha ispirato il nome della tecnologia "Bluetooth"?

Chi ha ispirato il nome della tecnologia 'Bluetooth'?
di

Il significato dei nomi possono avere origini davvero molto bizzarre. Come ad esempio, quello della parola "Bluetooth", il famoso metodo per la trasmissione di dati per reti personali attraverso una frequenza radio sicura a corto raggio.

È proprio da un termine scandinavo che deriva il nome Bluetooth, la versione anglicizzata di Blåtand/Blåtann, l'epiteto del re della Danimarca e Norvegia Harald "Blåtand" Gormsson (Aroldo I di Danimarca), vissuto tra il 935 e il 985. Si tratta del primo uomo che unificò il frammentario regno di Danimarca dal punto di vista sia politico sia religioso.

È probabile che il nome di questo standard sia stato ideato e proposto da Jim Kardach, ingegnere Intel, che in fase di sviluppo stava leggendo il libro "The Long Ships" di Frans Gunnar Bengtsson, un romanzo storico sui vichinghi: fra i personaggi di questo libro compare proprio il re danese Harald Gormsson, detto "Bluetooth".

Una domanda, adesso, verrà spontanea: il vichingo aveva i "dentiblu"? Secondo alcuni, l'uomo aveva un grosso dente di colore bluastro; secondo altri, era un assiduo masticatore di mirtilli, per altri ancora, invece, il nome è dovuto all'usanza di colorarsi di blu i denti prima della battaglia, per apparire più spaventosi (un po' come faceva un famosissimo pirata).

Quanto è interessante?
5