Chome 64 arriva anche su Windows, Mac e Linux, ma è più lento

di

Dopo la prima tranche della distribuzione, cominciata nella giornata di ieri dal mobile, Google ha finalmente dato il via al rilascio del proprio browser, Chrome, anche su PC desktop basati su Windows, Mac e Linux. Come accaduto già in passato, però, il rilascio sarà graduale e per questo motivo molti utenti potrebbero ancora non vederlo.

Chrome 64, comunque, rappresenta una delle versioni di Chrome più importanti degli ultimi anni, almeno a livello di sicurezza, dal momento che include varie correzioni di sicurezza che tappano diverse falle, tra cui Meltdown e Spectre di cui vi abbiamo più volte parlato negli ultimi giorni.

L'ultima build include anche alcune modifiche che offriranno agli utenti un migliore blocco dei pop-up ed un opzione che permetterà di silenziare in toto un sito web.

Google afferma che Chrome 64 (versione 64.0.3282.119) include ben 53 fix di sicurezza, ma ancora non ha fornito i dettagli precisi di tutte. Tuttavia, attraverso la pagina Chromium Security ha reso noto di aver migliorato il motore JavaScript V8 per proteggere gli utenti da eventuali attacchi.

La società ha anche affermato che l'aggiornamento potrebbe portare a rallentamenti alle prestazioni, ma ha riferito di essere già al lavoro per ridurre l'impatto il più possibile.

Chrome 64 per Windows, Mac e Linux mira anche a limitare l'abuso di pubblicità da parte dei siti web: sono stati posti dei limiti auto direct dannosi che spesso passano attraverso iframe di terze parti, è stato migliorato il blocco pop-up per evitare che siti web con link che appaiono sui player video possano aprire altre pagine e finestre del browser.

La nuova versione di Chrome include anche un'impostazione che permette di silenziare completamente un determinato sito web. E' possibile accedere a questa impostazione attraverso l'icona informazioni o il pulsante presente sulla parte sinistra della barra degli indirizzi.

Chrome 64 per Windows introduce anche la riproduzione dei video HDR, grazie al Creators Update rilasciato qualche settimana fa dal gigante di Microsoft, ma richiede una scheda grafica compatibile.

Per gli utenti Chrome OS, è stata aggiunta la modalità Split View che consente di aprire due pagine differenti contemporaneamente.

FONTE: NDTV
Quanto è interessante?
4