Chrome abbandona XP, Vista e le vecchie versioni di OS X

di

Google ha ieri rilasciato l'ultima versione di Chrome, la numero 50, che ha mantenuto le promesse fatte lo scorso anno. Il browser dell'azienda americana, infatti, non supporterà più i sistemi operativi Microsoft Windows XP e Vista, che oramai sentono il peso degli anni. Novità anche per gli OS Apple, e specificatamente per tre varianti di OS X.

Stiamo parlando di Snow Leopard, Lion e Moutain Lion, che sono sul 10,7% dei Mac, secondo alcuni dati americani. Windows XP e Vista girano invece sul 13,7% dei PC degli utenti. L'aggiornamento del browser per questi sistemi quini non avverrà. Attenzione quindi ad utilizzare nel tempo la versione 49 di Chrome, in quanto potrebbe risultare dannoso navigare senza le patch di sicurezza. Google raccomanda di aggiornare a Windows 7 o superiore, oppure ad OS X Mavericks o più recente. Questa mossa è in realtà stata effettuata anche da Mozilla Firefox e (in parte) anche da Opera. La migliore soluzione, quindi, è quella di passare ad un sistema operativo più recente, che in genere offre anche migliori caratteristiche di security generale.

Quanto è interessante?
0