Cina, lanciata la crittografia end-to-end quantistica nelle chiamate telefoniche

Cina, lanciata la crittografia end-to-end quantistica nelle chiamate telefoniche
di

Quando si tratta della sicurezza dei nostri smartphone e della nostra privacy, molte aziende cercano di proporre soluzioni innovative in grado di offrire una protezione di maggiore qualità. Tra queste, l’ultima idea proposta dall’operatore China Telecom riguarda la crittografia end-to-end quantistica, ma cosa significa esattamente?

Come riportato da South China Morning Post, la grande azienda nel settore delle comunicazioni del Dragone ha ufficialmente inaugurato questo nuovo tipo di crittografia che mira a sostituire quello utilizzato attualmente da servizi come WhatsApp in quanto molto più sicuro e più difficile da “bucare”. Ovviamente ciò non significa che la protezione attuale delle nostre chat è poco efficace, ma a quanto pare risulta meno efficace di questo sistema inedito.

L’operatore ha annunciato che innanzitutto lavorerà per implementarla nelle chiamate telefoniche, soprattutto per quanto concerne la realtà di istituzioni governative, militari e finanziarie; ovviamente, però, sarà anche un modo per sfoggiare i risultati raggiunti in ambito quantistico dal paese, dato che a dicembre la Cina ha raggiunto la supremazia quantistica grazie al computer quantistico fotonico Jiuzhang.

La prima fase sperimentale è già stata avviata nella provincia di Anhui, in cui una selezione di clienti ha ottenuto una SIM nuova compatibile con questa tecnologia, la quale però può essere sfruttata solo con l’app Quantum Secure Call disponibile solamente su smartphone Android e non iOS o con altri sistemi operativi.

Essendo un sistema basato sulle comunicazioni quantistiche, ci si aspetta che sia praticamente impossibile da violare in quanto la chiave di cifratura si basa sullo scambio continuo di quantum bit, metodo che impedisce a ogni malintenzionato di ottenere l’accesso alla conversazione. Sarà sicuramente interessante vedere come funzionerà, dunque i risultati che registrerà nel corso dei prossimi mesi.

Rimanendo nel mondo degli smartphone, Samsung ha svelato il futuro del suo piano “Galaxy Upcycling at Home”; dedicato a tutti gli utenti che vogliono riutilizzare telefoni vecchi del colosso sudcoreano in modi alternativi, così da non lasciarli nel cassetto a prendere polvere.

FONTE: SCMP
Quanto è interessante?
4