Cina: sblocca l'iPhone X di una collega con il Face ID, Apple glielo rimborsa due volte

di

Continua a far parlare di se il Face ID, il sistema di riconoscimento facciale introdotto da Apple nell'iPhone X e che, come abbiamo potuto vedere, è stato ingannato da alcuni utenti con dei metodi che si sono dimostrati essere molto sofisticati.

Tuttavia, la storia che proviene dalla Cina ha davvero dell'incredibile, e rappresenta proprio quell'una possibilità su un milione che una persona possa sbloccare un iPhone X non suo attraverso il riconoscimento del volto.

E' successo in un ufficio: la donna in questione, Yan, aveva da poco acquistato un iPhone X e, dopo aver configurato il sensore per il riconoscimento facciale presente nello smartphone, ha scoperto che una sua collega di lavoro era riuscita a sbloccare il dispositivo al primo colpo e senza forzarlo in alcun modo.

La donna si è immediatamente rivolta all'assistenza telefonica Apple che, forte della statistica diffusa dai propri rappresentanti sul palco del keynote in cui è stato svelato il dispositivo, non le ha creduto. Non contenta, però, Yan si è recata presso l'Apple Store più vicino a lei insieme alla collega ed ha dimostrato ai commessi come quanto segnalato in precedenza corrispondesse alla realtà, il tutto tra l'incredulità dei Genius e dello staff.

Dopo aver fatto una diagnosi, gli esperti hanno spiegato che il problema riguardava un difetto di fabbrica nella telecamera frontale dell'iPhone X, ed hanno immediatamente proposto il rimborso che, una volta ottenuto, Yan ha immediatamente investito in un nuovo iPhone X.

Sembrerebbe una storia a lieto fine, ma non è tutto, perchè anche l'unità sostitutiva permetteva alla collega di sbloccare l'iPhone X, sia al primo tentativo che ai successivi, e senza alcun problema!

Anche in questo caso, Apple ha proposto a Yan un rimborso, ma non sappiamo se abbia deciso di acquistare un altro iPhone X o meno.

FONTE: SCMP
Quanto è interessante?
3