Cina vuole sostituire Windows e macOS: nasce piattaforma open source openKylin

Cina vuole sostituire Windows e macOS: nasce piattaforma open source openKylin
di

Mentre in Russia si assiste a un vero e proprio boom per la pirateria verso i software Microsoft, dopo che lo stesso Cremlino ha legalizzato la pirateria per affrontare le sanzioni imposte dall’Occidente, in Cina si pensa a sostituire Microsoft Windows e MacOS di Apple con il progetto openKylin: di cosa si tratta?

Le crescenti tensioni tra Stati Uniti e Cina stanno costringendo ambedue le parti a trovare una certa indipendenza tecnologica, e il Dragone in particolare sembra essere prossimo a scrollarsi di dosso i sistemi operativi stranieri Windows e macOS. Così facendo, il Governo cinese dovrebbe spingere la nuova piattaforma aperta openKylin, nata dal lavoro della sussidiaria di China Electronics Corp, Kylinsoft.

Quest’ultima la scorsa settimana ha unito le forze con oltre 10 entità cinesi per dare vita alla piattaforma open source openKylin, ma sarà la scelta giusta? La ricerca cinese di un sistema operativo domestico competitivo prosegue da decenni, come riportato dal South China Morning Post, e Kylin è solo uno dei tanti tentativi.

L’emittente statale CCTV ha dichiarato che openKylin seguirà rapidamente lo sviluppo dei sistemi operativi cinesi, ma Windows continua a rimanere la prima scelta grazie alla diffusione nell’85% dei computer della Cina continentale, seguito da macOS – complice l’aumento delle vendite di iMac e MacBook – e poi da Linux, che mantiene una certa quota di mercato essendo il cuore della maggior parte dei sistemi operativi di origine cinese.

Rimanendo nella terra del Dragone, proprio di recente in Cina la polizia sembra avere iniziato a usare un sistema informatico per prevedere i crimini.

FONTE: SCMP
Quanto è interessante?
5