Un circo senza animali e sfruttamento? Possibile, grazie agli ologrammi!

Un circo senza animali e sfruttamento? Possibile, grazie agli ologrammi!
di

Le condizioni degli animali nei circhi non è proprio della migliore. Il motivo è molto semplice: le creature vengono sballottate in giro, tenuti in luoghi angusti per il trasporto e spesso vengono anche maltrattate. Le critiche lanciate ai circhi negli anni non sono infondate, ma c'è una soluzione che potrebbe mettere tutti d'accordo.

Stiamo parlando dell'uso di ologrammi. Il Circus Roncalli, infatti, è una compagnia circense con sede in Germania, che è diventata la prima al mondo a sostituire gli animali con degli ologrammi. Il cambiamento è stato annunciato nel 2019, diventando un vero e proprio pioniere di questo nuovissimo (e per molti aspetti innovativo) approccio.

L'obiettivo della compagnia era abbastanza semplice: mantenere viva la tradizione del circo senza però costringere gli animali vivi a intrattenere la folla pagante. Per questo motivo si è avviata una collaborazione con diverse aziende del settore tech, per installare 11 proiettori laser sui 32 metri dell'arena in cui avviene l'esibizione.

I proiettori sono situati lungo l'anello del palco e producono ologrammi animali a grandezza naturale. Come ha recepito il pubblico questo cambiamento? Generalmente molto bene, apprezzando moltissimo l'idea alla base. Recentemente, il circo è stato anche selezionato come finalista al German Sustainability Award 2021, un premio che ha l'obiettivo di incoraggiare l'accettazione delle proprie responsabilità sociali ed ecologiche.

Un piccolo, grande, esempio di come la tecnologia possa cambiare il mondo. Voi cosa ne pensate? Andreste mai in un circo del genere?

Quanto è interessante?
3