La città di New York ha fatto causa a TikTok, Instagram e YouTube: "creano dipendenza"

La città di New York ha fatto causa a TikTok, Instagram e YouTube: 'creano dipendenza'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

La città di New York, come ampiamente preannunciato, ha citato in giudizio i principali social network del mercato affermando che il design delle loro piattaforme sfrutterebbe la salute mentale dei giovani utenti e costerebbe alla città 100 milioni di Dollari all’anno di servizi sanitari.

La causa interessa TikTok, Instagram, Facebook, Snapchat e YouTube che, secondo la documentazione, sono responsabili di un aumento dei problemi di salute mentale tra i giovani. Nella documentazione vengono citati problemi come depressione ed istigazione al suicidio, i quali “impongono un grande onere alle città, ai distretti scolastici e ai sistemi ospedalieri pubblici che forniscono servizi di salute mentale ai giovani”.

La causa arriva a poche settimane dall’audizione delle piattaforme di social media al Congresso Americano, dove una senatrice si è duramente scagliata contro Mark Zuckerberg.

Come riportato da CTNews, però, un numero sempre crescente di famiglie ha fatto causa ai social media per il presunto impatto sulla salute mentale dei propri figli delle applicazioni. Il sindaco della Grande Mela, Eric Adams, ha dichiarato che “New York è la prima grande città americana a compiere un passo di questa portata ed a denunciare il pericolo dei social media in modo chiaro e diretto, proprio come fatto con il tabacco e la droga."

La città chiede un risarcimento monetario, che servirà ad educare alla prevenzione ed il trattamento della salute mentale.

Snap, dal suo canto ha fatto sapere che la piattaforma è “intenzionalmente progettata per essere diversa dai social media tradizionali” proprio per aiutare gli utenti a comunicare con gli amici più stretti. Meta ha sottolineato come siano disponibili più di 30 strumenti e funzionalità che i genitori possono utilizzare per supportare i figli.

FONTE: ctvnews

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi