Classificato nuovo rettile volante gigante del Cretaceo: fino a 10 metri di apertura alare

Classificato nuovo rettile volante gigante del Cretaceo: fino a 10 metri di apertura alare
INFORMAZIONI SCHEDA
di

I rettili giganti nel Cretaceo erano cosa comune. Tutti le creature che camminavano sulla Terra durante quei periodi erano mastodontici, dai pappagalli ai pinguini. Anche cieli e mari (sopratutto) ospitavano delle versioni extra large di alcune creature.

Recentemente infatti, analizzando dei fossili di alcuni pterosauri trovati in Alberta, in Canada, i paleontologi hanno identificato una specie precedentemente sconosciuta all'interno del gruppo azhdarchidae.

È stato chiamato Cryodrakon boreas, "drago freddo dei venti del nord" e quando terrorizzava i cieli, circa 77 milioni di anni fa, le ali di questo rettile avevano un'apertura totale fino a 10 metri, le dimensioni di un piccolo aereo.

Gli esperti presumevano che questi resti appartenessero ad un genere di pterosauro già classificato, denominato Quetzalcoatlus. Anche lui enorme, il Quetzalcoatlus poteva raggiungere un'apertura alare tra gli 11 e i 12 metri.

Lo scheletro riesaminato dai ricercatori appartiene a un giovane esemplare, con un'apertura alare di "soli" cinque metri. Le caratteristiche generali tendono ad essere le stesse, ma tra Cryodrakon e Quetzalcoatlus ci sono alcune differenze, come un collo più robusto e alcune diversità nella struttura ossea.

Rispetto al Quetzalcoatlus, che pesava circa 250 chilogrammi, il team suggerisce che il Cryodrakon fosse leggermente più pesante e robusto.

Insomma, un vero e proprio piccolo "drago" preistorico.

Quanto è interessante?
3
Classificato nuovo rettile volante gigante del Cretaceo: fino a 10 metri di apertura alare