Il "Codice di Charles Dickens", la lettera di Tavistock, è stato decifrato

Il 'Codice di Charles Dickens', la lettera di Tavistock, è stato decifrato
di

Charles Dickens, oltre ad avere scritto numerosi libri di successo, è anche ricordato per aver lasciato numerosi misteri alla sua morte. L'autore di romanzi era un fan della stenografia di Gurney, un tipo di scrittura arcaica del 1700 che il romanziere chiamava "calligrafia del Diavolo".

Sono infatti stati trovati 10 manoscritti, datati dal 1830 al 1860, indecifrabili dagli esperti. Nel 2020, The Dickens Code Project dell'Università di Leicester ha invitato numerosi decifratori di codici dilettanti a svelare i segreti della lettera di Tavistock, un pezzo che non è stato tradotto per più di 150 anni. Oltre 1.000 persone hanno cercato di decifrarla, ma con vani risultati.

Dopo due anni, però, la lettera è stata in gran parte tradotta grazie a un utente di Reddit che si è imbattuto nell'enigma quasi per caso (anche il secondo messaggio di Zodiac è stato decifrato recentemente). La lettera di Dickens offre uno sguardo su una parte travagliata della sua vita dell'autore. Il documento sembra riferirsi all'annuncio del suo nuovo giornale "All Year Round", che tentò di pubblicizzare sul Times nel maggio 1859.

Dickens, in poche parole, aveva litigato con i comproprietari del suo precedente giornale "Household Words" dopo che gli editori si erano rifiutati di pubblicare un dichiarazione in cui l'autore del Canto di Natale e Oliver Twist negava le voci sulla sua relazione con un'attrice. Quando il romanziere decise di pubblicizzare il nuovo giornale, tuttavia, sembra che il Times avesse avuto problemi legali e rifiutò di farlo.

Nella lettera di Tavistock, semplicemente, Dickens stava raccontando gli avvenimenti della causa legale. A proposito, riusciremo prima o poi a decifrare il linguaggio delle balene?

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
3