Colpo di scena, Microsoft attacca Trump: "politiche contro Huawei anti-americane"

Colpo di scena, Microsoft attacca Trump: 'politiche contro Huawei anti-americane'
di

Huawei è al centro di una situazione particolarmente complessa, visto che l'azienda cinese potrebbe vedersi costretta a rivedere i propri piani per via dell'impossibilità di ottenere la licenza di Android e di negoziare con le aziende americane. Nelle ultime ore, però, è arrivato un colpo di scena: Microsoft si è schierata contro Donald Trump.

Infatti, Braid Smith, Presidente dell'azienda di Redmond, ha rilasciato delle interessanti dichiarazioni ai microfoni di Bloomberg. In particolare, Smith afferma che il metodo utilizzato dall'amministrazione Trump per contrastare Huawei è "anti-americano". "Dire a una società tecnologica che può vendere prodotti, ma non acquistare un sistema operativo o un chip, è come dire a una società alberghiera che può aprire le sue porte, ma non mettere letti nelle sue camere d'albergo o cibo nel suo ristorante. Ad ogni modo, metti a rischio la sopravvivenza di quella compagnia", ha dichiarato il presidente di Microsoft.

Smith ha anche affermato di aver chiesto maggiori informazioni alle autorità USA, ma non tutto sembra essere andato come previsto: "Spesso, ciò che otteniamo in risposta è: 'Bene, se sapeste ciò che sappiamo, sareste d'accordo con noi'. [...] E la nostra risposta è: 'Fantastico, mostrateci quello che sapete, così possiamo decidere da soli'". Tuttavia, sembra che l'amministrazione Trump non abbia mai fornito i dettagli richiesti dalla società di Redmond.

Non è un mistero che il Presidente di Microsoft sia sempre stato contrario alle politiche di Donald Trump, visto che nel 2016 aveva raccolto fondi per la campagna elettorale di Hillary Clinton, ma è comunque interessante il fatto che abbia deciso di esprimersi pubblicamente in questo modo.

FONTE: Bloomberg
Quanto è interessante?
3
Colpo di scena, Microsoft attacca Trump: 'politiche contro Huawei anti-americane'