Come fanno gli astronomi a trovare gli esopianeti?

Come fanno gli astronomi a trovare gli esopianeti?
di

Cos'è un esopianeta o pianeta extrasolare? Si tratta di un pianeta che non appartiene al nostro Sistema Solare e orbita intorno ad una stella diversa diversa dal Sole. Sono conosciuti ben 4.150 di questi mondi in 3.083 sistemi planetari diversi. Trovare questi luoghi non è facile e un semplice telescopio non basta.

Anche strumenti di prim'ordine, come Hubble, non possono osservare nulla di così piccolo come un pianeta al di fuori del nostro sistema solare. Perfino Nettuno, nel nostro stesso sistema, è una palla blu sfocata se vista dall'orbita terrestre. I pianeti nell'Universo, quindi, sono praticamente invisibili. Tuttavia, i pianeti possono influenzano le loro stelle in modi misurabili, ed è così che gli astronomi li trovano.

I metodi più utilizzati sono due: il metodo del transito e la misurazione della velocità radiale. Il primo consiste nella rilevazione della diminuzione di luminosità della curva di luce di una stella quando un pianeta transita di fronte alla stella madre. Si tratta di un metodo fotometrico che funziona solo per la piccola percentuale di pianeti la cui orbita è perfettamente allineata col nostro punto di vista.

Nel secondo metodo, invece, viene dapprima fatta una serie di osservazioni dello spettro di luce emesso da una stella. Mentre un pianeta gira, la sua stella oscillerà leggermente avanti e indietro. Questo dondolio di solito è troppo piccolo per essere visto in un'immagine, ma si presenta come un'oscillazione nello spettro, o nel colore, del suo sole. Gli astronomi studiano proprio questa sorta di "dondolio", che dà loro informazioni sulla grandezza e sulla distanza del pianeta.

Nonostante ciò, gli addetti ai lavori stanno cercando dei metodi sempre più efficaci per cercare nuovi mondi nell'Universo. Con la speranza, forse, di trovare un luogo simile al nostro.

FONTE: astronomy
Quanto è interessante?
5