Come attivare protezione ransomware su Windows 11? Serve sempre OneDrive

Come attivare protezione ransomware su Windows 11? Serve sempre OneDrive
di

Tra le tante funzionalità interessanti attivabili su Windows 11 abbiamo già visto come accedere all’Auto HDR, ma non ci si ferma lì. Altro strumento interessante è la protezione da ransomware integrata al sistema operativo, ma come si attiva? Il procedimento è semplice, ma serve la sincronizzazione continua con Microsoft OneDrive.

Per attivare la funzionalità in sé è sufficiente aprire il menu Start e cercare nella barra dedicata “Protezione ransomware”, cliccando poi sulla voce mostrata su schermo. A questo punto si aprirà una nuova schermata di “Sicurezza di Windows” proprio con la sezione dedicata ai ransomware. Come noterete, la voce “Ripristino dati ransomware” richiederà la configurazione di OneDrive.

Cliccando sul pulsante “Configura OneDrive” si aprirà quindi Microsoft OneDrive richiedendo la creazione dell’account o l’accesso tramite indirizzo e-mail. Effettuato il login con l’account d’interesse, allora il sistema sincronizzerà automaticamente alcune cartelle chiave con OneDrive. Aprendo l’Esplora File troverete dunque una voce dedicata “OneDrive – Personal”, dove potrete inserire proprio le dette cartelle che vorrete proteggere da potenziali attacchi ransomware. Si consiglia di aggiungere a questa soluzione anche l’utilizzo di hard disk esterni e ulteriori piattaforme cloud.

Nel frattempo, Windows 11 ha visto l’estensione del design Mica Material alle app del pacchetto Office: così facendo, anche servizi come Word, Excel, PowerPoint e Skype saranno trasparenti.

Quanto è interessante?
2