Come disdire l'abbonamento Rai in caso di morte dell'intestatario?

Come disdire l'abbonamento Rai in caso di morte dell'intestatario?
di

La legge prevede che, in caso di morte dell'intestatario del Canone Rai, si possa presentare un modulo di disdetta. L'iter è molto semplice da seguire ma richiede comunque dei requisiti precisi ed una procedura caratterizzata da alcuni cavilli burocratici che variano a seconda delle situazioni.

Dal momento che da oltre cinque anni il pagamento del canone Rai avviene direttamente sulla bolletta dell'elettricità, se si verifica il decesso della persona che ha intestato un contratto di fornitura elettrica, si può precedere semplicemente facendo la disdetta della voltura dell'elettricità. In questo modo decade anche il pagamento del canone Rai.

In alternativa, l'Agenzia delle Entrate consente anche di utilizzare la dichiarazione sostitutiva scaricabile attraverso questo indirizzo e che può essere utilizzata in due casi, come indicato direttamente negli esempi che spiegano anche come compilare appositamente il Quadro A o B a seconda del caso.

Il plico deve essere inviato via raccomandata (ma senza busta) all'indirizzo "Agenzia delle entrate – Ufficio Torino 1 – Sportello abbonamenti TV – Casella postale 22 – 10121 Torino", allegando però una copia del proprio documento di riconoscimento.

Ovviamente, sono validi anche i metodi più "moderni": la stessa richiesta può essere presentata anche attraverso il sito dell'Agenzia delle Entrate o tramite Posta Elettronica Certificata (PEC).

Quanto è interessante?
3