INFORMAZIONI SCHEDA
di

La nostra esperienza quotidiana sulla forza di gravità, maturata grazie agli insegnamenti di Isaac Newton, si traduce nella costante attrazione verso il suolo degli oggetti dotati di massa.

Tuttavia, come tutti sappiamo, questa attrazione varia da pianeta a pianeta in base alla stessa massa del corpo celeste, e costituisce il vero carburante delle sonde spaziali. A tal proposito, il video che trovate in copertina risponde ad un interessante quesito: Se dovessi lanciare una palla su un altro pianeta, quanto lontano andrebbe?

Ebbene, il breve filmato ideato dal Dr. James O'Donoghue, astronomo della JAXA (Japan Aerospace Exploration Agency), propone un’info-grafica della distanza coperta da una palla lanciata con un angolo di tiro di 45 gradi, una velocità di partenza di 72 Km/h e l’assenza di attrito dell’aria su diversi pianeti. Esaminando le traiettorie generate dall’atmosfera dei diversi corpi celesti, è interessante notare come un lancio effettuato sulla Luna sovrasterebbe, dopo una distanza compresa tra i 100 e i 150 metri, l’altezza della Torre di Pisa. Mentre su Plutone, detentore del record per la maggiore distanza coperta dalla palla, la traiettoria permetterebbe di coprire 667 metri in un lasso di tempo di circa 47 secondi. Tra i restanti pianeti appartenenti al sistema solare Giove costituirebbe il corpo celeste con le condizioni più svantaggiose per un giocatore di baseball, permettendo all'ipotetica palla di coprire una distanza di soli sedici metri in appena 1,1 secondi.

A proposito, sapete cos’è la gravità e perché non ci scaraventa verso lo spazio?

Quanto è interessante?
2