Serie tv di Netflix su Torrent e siti illegali: un ripper spiega com'è possibile

Serie tv di Netflix su Torrent e siti illegali: un ripper spiega com'è possibile
di

Nel corso del weekend TorrentFreak ha pubblicato una serie di studi ed interviste relative alla rete di pirati informatici che pubblica illegalmente i contenuti rilasciati su Netflix ed Amazon Prime. L'ultimo capitolo dello studio è molto interessante in quanto si focalizza sull'acquisizione di serie e film.

Il contatto è soprannominato "Source" ed è parte del gruppo "The Scene" che è popolare su siti illegali per la pubblicazione tempestiva di contenuti da poco rilasciati sulle piattaforme di streaming.

Nel post si focalizza sulle versioni WEB dei contenuti, che vengono estratte direttamente da Netflix ed Amazon e che non devono essere confuse con i WEBRip, frutto di tecnologie come schede di acquisizione hardware o strumenti di capping basati su software. Le versioni WEB, infatti, implicano il download di file video grezzi su un computer o un server.

Source a quanto pare sarebbe il programmatore che si occupa dell'estrazione dei file WEB, e pur non fornendo molte informazioni sui gruppi con cui è affiliato, ha disegnato una panoramica inedita svelando dettagli ancora non noti.

A quanto pare, le versioni WEB si ottengono scaricando i file raw, che ovviamente sono protetti da DRM (Widevine per Netflix) e necessitano di essere decriptati.

La pubblicazione su siti web illegali è possibile grazie ad alcuni potenti software in mano ad una manciata di ripper che sono in grado di "rompere" i sistemi di protezione e rendono i file perfettamente visibili e quindi pronti per il rilascio. Source ha affermato che alcuni software vengono sviluppati ad hoc e sono accessibili solo lato server, protetti da ID Hardware (HWID).

TorrentFreak sostiene che il processo di decrittazione è estremamente rapido: comincia con file di grandi dimensioni e termina con versioni che pesano il 30% in meno (si fa riferimento a 7GB per un file Full HD).

I file dei sottotitoli non sono crittografati, il che vuol dire che terminata l'estrazione delle tracce audio/video, i ripper non devono fare altro.

Source ha svelato che il suo ruolo nei gruppi per cui lavora consiste nella creazione di script in grado di scaricare i contenuti in automatico. "Un esempio semplice è un bot a cui viene dato l'URL di una release e che scarica e carica i file in modo completamente automatico sui siti, senza alcuna interazione umana" afferma. Nello screenshot presente in calce viene mostrato proprio uno di questi bot in azione.

Quanto è interessante?
5
Serie tv di Netflix su Torrent e siti illegali: un ripper spiega com'è possibile