Comincia lo studio delle galassie nane grazie alle preziose foto di Hubble

Comincia lo studio delle galassie nane grazie alle preziose foto di Hubble
di

In calce alla news trovate la foto di un cluster globulare denominato NGC 1898, una ammasso di stelle che assume le dimensioni macroscopiche di una gigantesca sfera che brilla nel cielo. Questo insieme di stelle si trova nella grande nube di Magellano, una galassia nana estremamente vicina alla Via Lattea che ospita una gran quantità di stelle.

Fu John Herschel a scoprire l'ammasso globulare nel 1834, ma l'autore dello scatto è il solito telescopio spaziale Hubble realizzato dalla NASA e dall'ESA. Purtroppo, l'osservatorio spaziali non è attualmente operativo, a causa del guasto ad un giroscopio che gli impedisce di orientarsi correttamente nel cielo. Attualmente si trova in safe mode, ovvero non operativo e con i pannelli solari orientati verso la nostra stella, così da massimizzare l'energia ricavata dai raggi solari

Un team di specialisti composto dai costruttori dei giroscopi, ingegneri informatici e altri esperti sono al lavoro per cercare di risolvere il problema e riportare Hubble a funzionare in modo ottimale, con una soluzione che compensi l'inaffidabilità del giroscopio guasto che sovrastima la rotazione del telescopio. L'idea ottimale è far lavorare Hubble con 3 giroscopi, altrimenti verrà configurato con un solo giroscopio. Anche in quest'ultimo caso peggiore potrà continuare il suo lavoro nel prossimo decennio, insieme al tanto atteso James Webb Space Telescope.

Gli ammassi globulari o globular cluster sono uno degli oggetti più vecchi che conosciamo, una reliqua delle prime fasi dell'universo che si sarebbe formato 13,8 miliardi di anni fa. Le incredibili immagini di cui disponiamo non compensano il lavoro che è stato svolto finore di queste galassie nane come NGC 1898: attualmente questo è solo in una prima fase, visto che lo studio delle galassie nane vicine è appena iniziato.

La prima fase dello studio sulle galassie nane consisterà nel verificare la loro somiglianza con quello che conosciamo nella Via Lattea. Infatti, si potrebbe confrontare il cluster globulare in calce alla news con quelli che sono già stati studiati nella nostra galassia, così da evidenziarne le differenze e metterle in relazione al differente ambiente cosmico in cui si trovano.

FONTE: nasa
Quanto è interessante?
6
Comincia lo studio delle galassie nane grazie alle preziose foto di Hubble