Consumare cibo spazzatura manda in tilt l'ippocampo e l'appetito, secondo uno studio

Consumare cibo spazzatura manda in tilt l'ippocampo e l'appetito, secondo uno studio
di

Ah, il buon cibo spazzatura, compagno di molte serate e spuntini che ci hanno saziato a dovere. Lo sanno tutti: mangiare questo tipo di cibo, a lungo andare, non fa per niente bene. Ma adesso, alcuni ricercatori hanno trovato un altro motivo per evitarlo, visto che compromette rapidamente la capacità del cervello di controllare l'appetito.

Nel loro articolo pubblicato sulla rivista Royal Society Open Science, un gruppo di scienziati descrive gli esperimenti condotti con alcuni volontari. Nello studio, infatti, sono stati "arruolati" per una settimana 110 persone, di 20 anni a testa, con una storia alimentare sana e lontana da questo tipo di "cibo spazzatura".

La metà dei volontari ha mangiato normalmente per una settimana, mentre l'altra metà si è nutrita di cibo spazzatura, in particolare pasti ricchi di grassi, carboidrati e zucchero. Alla fine dello studio, tutti i volontari sono stati invitati a fare colazione insieme. A ciascuno di loro è stato dato un test della memoria, prima e dopo aver mangiato.

Coloro che avevano mangiato cibo spazzatura hanno ottenuto punteggi più bassi nei test, associato a un maggiore desiderio di continuare ad assumere cibo nonostante la sazietà. Il consumo di questi alimenti sembra aver mandato in "confusione" l'ippocampo. Quest'ultimo, secondo ricerche precedenti, svolge un ruolo nella regolazione dell'appetito e nella formazione della memoria. Tuttavia, dopo tre settimane dallo studio, i pazienti coinvolti avevano già riacquistato le condizioni mnemoniche precedenti alla ricerca.

Mangiare bene è importante, sopratutto le persone anziane.

Quanto è interessante?
3
Consumare cibo spazzatura manda in tilt l'ippocampo e l'appetito, secondo uno studio