Continua il crollo del Bitcoin: la criptovaluta sotto i 10.000 Dollari dopo un mese

di
Il periodo nero del Bitcoin continua, e continua a far tremare gli investitori e coloro che negli scorsi mesi hanno investito nella criptovaluta più popolare del mondo.

Nel momento in cui vi stiamo scrivendo, la moneta virtuale viene scambiata su tutte le principali piattaforme online a meno di 10.000 Dollari, il valore più basso dalla fine di Novembre, quando era cominciata la corsa della criptovaluta che gli aveva permesso di toccare (e superare) lo scorso dicembre il valore record di 20.000 Dollari.

Attualmente il valore di 1 BTC è di 9.898,23 Dollari, in calo del 17,64 per cento rispetto a ventiquattro ore fa. Continua a scendere anche la capitalizzazione di mercato, ora di 166 miliardi di Dollari.

Complessivamente, la capitalizzazione totale di mercato di tutte le criptovalute si aggira intorno ai 450 miliardi di Euro, in calo del 30 per cento rispetto ai 650 miliardi di Euro di 48 ore fa.

Proprio questa mattina avevamo raccontato del profondo periodo nero che sta attraversando questo mercato, amplificato dalle recenti dichiarazioni arrivate dalla Corea del Sud e Cina, che starebbero preparando una stretta sugli scambi, ma questa mattina sono arrivate indicazioni simili anche da Francia e Germania.

Indipendentemente dalle interpretazioni che si possono avere di questo crollo, è opinione diffusa che si tratta di una correzione fisiologica, che consentirà di tenere sotto controllo il tutto, garantendo (probabilmente) prospettive più a lungo termine per il mercato.

FONTE: TechCrunch
Quanto è interessante?
4
Continua il crollo del Bitcoin: la criptovaluta sotto i 10.000 Dollari dopo un mese