Continua la guerra tra Anonymous e l'ISIS: diffusa la lista degli account Twitter

di

La guerra contro i miliziani dello Stato Islamico si sta combattendo su due fronti: quello politico/militare e quello informatico. E se per quanto riguarda il primo si sono messe in moto tutte le principali organizzazioni del mondo, che stanno cercando di trovare una soluzione alla sempre crescente e preoccupante avanzata degli jihadisti, sul fronte informatico gli hacktivisti di Anonymous si sono attivati per bloccare l'azione di propaganda che negli ultimi mesi è passata tramite i social network su cui l'ISIS ha pubblicato minacce, video ed altri contenuti per mostrare al mondo la propria forza.

Gli hacktivisti, secondo quanto riferito dall'Indipendent e ripreso dall'Agenzia di Stampa Italiana, avrebbero diffuso una lista di account Twitter composta da oltre 9.200 nominativi. L'obiettivo di questa azione è spingere gli utenti ad effettuare segnalazioni di massa che porteranno alla chiusura degli account. Da parte del social network di micro blogging è subito arrivata una puntualizzazione: “saranno chiusi solo gli account che infrangono le regole e che contengono minacce e violenza”.  

Quanto è interessante?
0