Avanzano gli incendi a Chernobyl: le fiamme a 2 Km dai depositi radioattivi

di

Non sembrano placarsi gli incendi nell'area di Chernobyl, che hanno provocato un nuovo picco di radiazioni, come denunciato da vari esperti. Secondo quanto riferito da vari quotidiani, le fiamme avrebbero raggiunto Pripyat, a due chilometri dall'ex centrale nucleare protagonista dell'incidente del 1986.

Sul posto da circa una settimana ci sarebbero circa 400 pompieri e vari elicotteri, che stanno lottando per evitare un altro possibile disastro ambientale. Le immagini satellitari stimano che le fiamme avrebbero coperto una superficie di 3.500 ettari, ed anche Greenpeace ha denunciato che la mancanza di trasparenza da parte delle autorità che non avrebbero comunicato dati precisi.

Yaroslav Emelianenko, membro del consiglio dell'Agenzia Statale dell'Ucraina che si occupa della gestione della zona di gestione, in una serie di filmati pubblicato sulla propria pagina Facebook afferma che le fiamme sarebbero a soli 2 chilometri dai depositi radioattivi. In un video l'uomo afferma che "l'incendio ha ormai raggiunto Pripyat e si trova a soli due chilometri dal deposito dei rifiuti radioattivi Podlesny, in cui si trovano i rifiuti con le radiazioni più attive di tutta la zona di Chernobyl".

Tale struttura fu costruita proprio allo scopo di isolare le scorie radioattive all'interno di alcune speciali vasche di cemento. Il deposito è situato a circa un chilometro e mezzo dall'ex centrale nucleare, e l'avanzata delle fiamme rappresenta motivo di grande preoccupazione.

Quanto è interessante?
5