Contrastare la vecchiaia: scienziati scoprono quattro distinti modelli di invecchiamento

Contrastare la vecchiaia: scienziati scoprono quattro distinti modelli di invecchiamento
di

Nonostante non sia mai facile da ammettere, invecchiare è parte integrante della vita di un essere umano. Il processo di "maturamento" cambia da persona in persona e, adesso, gli scienziati potrebbero aver compiuto un passo avanti nel comprendere meglio questa lenta, ma inevitabile, evoluzione.

Anche nel singolo individuo, l'invecchiamento si sviluppa a velocità diverse: a volte colpendo prima il fegato, il cuore o i reni. A seconda di quale sistema biologico invecchia più velocemente, un giorno, i medici potrebbero utilizzare queste informazioni per prescrivere specifici cambiamenti nello stile di vita e progettare trattamenti medici personalizzati, secondo quanto riporta un nuovo studio pubblicato il 13 gennaio sulla rivista Nature Medicine.

Il team dietro lo studio ha suddiviso 43 persone all'interno di una categoria di invecchiamento (ageotipi) sulla base di alcuni campioni biologici raccolti nel corso di due anni. Questi campioni comprendevano sangue, sostanze infiammatorie, microbi, materiale genetico, proteine ​​e sottoprodotti dei processi metabolici. Tracciando il modo in cui i campioni sono cambiati nel tempo, il team ha identificato circa 600 "marker dell'invecchiamento".

Per adesso, il team ha identificato quattro distinti ageotipi: immunitario, renale, epatico e metabolico. Alcune persone fanno parte di una sola categoria, mentre altri possono soddisfare i criteri per tutti e quattro. Tuttavia, così come afferma anche l'autore dello studio Michael Snyder, potrebbero esistere anche più modelli di invecchiamento di quelli scoperti.

Snyder e i suoi co-autori hanno in programma di seguire i partecipanti dello studio per vedere come i loro profili di invecchiamento si trasformano nel tempo. Mirano, inoltre, a sviluppare un semplice test che potrebbe essere utilizzato dai medici per valutare rapidamente lo stato di salute di un paziente e indirizzarlo potenzialmente verso le migliori opzioni di trattamento possibili. "Esistono farmaci e vari tipi di interventi dietetici e interventi sullo stile di vita attraverso i quali potrebbe essere possibile modulare alcuni di questi processi di invecchiamento", afferma il Dr. James Kirkland.

La ricerca di Snyder e colleghi è ancora agli inizi. "Man mano che raccogliamo molte più informazioni, saremo in grado di seguire meglio il modo in cui le persone invecchiano", afferma infine l'autore.

Quanto è interessante?
5