Contratti telefonici, rimborsi a sorpresa dopo 15 anni: non è una storia italiana

Contratti telefonici, rimborsi a sorpresa dopo 15 anni: non è una storia italiana
di

Pensate di ritrovarvi, completamente a sorpresa e dopo aver perso ogni minima speranza, il rimborso relativo a un contratto telefonico risalente al 2005. Ebbene, questo è quanto accaduto recentemente ad alcune persone.

Infatti, stando anche a quanto riportato dalla BBC, O2, uno dei principali operatori telefonici del Regno Unito, ha riconosciuto un problema di fatturazione risalente a parecchi anni fa, che aveva comportato un doppio addebito a coloro che cambiarono operatore in quel periodo.

Le persone coinvolte si erano ormai "messe il cuore in pace", dopo ben 15 anni, salvo vedersi recentemente recapitare a casa una lettera di rimborso, pubblicata su Twitter da uno degli utenti coinvolti. O2 ha confermato l'accaduto, senza però specificare nel dettaglio il motivo che aveva causato quell'errore. In ogni caso, c'è chi afferma di aver ricevuto da Telefonica un rimborso di appena 2 sterline (4% di interessi), mentre un altro utente ha dichiarato di aver ricevuto 127 sterline.

Insomma, siamo dinanzi a una storia sicuramente curiosa, che appare a tratti quasi grottesca, ma che perlomeno ha fatto arrivare, in fin dei conti, i rimborsi agli utenti. In Italia, invece, recentemente diversi operatori sono stati multati dall'AGCOM per non aver rispettato alcune circolari in materia di rimborso. Possiamo dire che quella odierna non è una storia italiana?

FONTE: BBC
Quanto è interessante?
5
Contratti telefonici, rimborsi a sorpresa dopo 15 anni: non è una storia italiana