Copenaghen vuole costruire un intero arcipelago di isole artificiali

Copenaghen vuole costruire un intero arcipelago di isole artificiali
di

La città di Copenaghen ha finito lo spazio, e non sapeva come fare ad espandere il distretto industriale (che già poggia su un ex palude bonificata). Ora è stata presa la decisione di costruire dal nulla nove isole artificiali, un intero arcipelago che si estenderà per 3Km quadrati.

Nove isole artificiali, un'area di 3 Km che si estenderà fino a 17Km dalla costa, in uno dei più coraggiosi progetti di questo tipo. Altre isole potrebbero essere costruite in futuro, andando ad espandere continuamente l'area. Il nuovo distretto si chiamerà Holmene (banalmente si traduce con "Isolotti"). Il nuovo distretto-arcipelago ospiterà quella che, in un certo senso, potremmo chiamare la Silicon Valley della Danimarca —e quindi un discreto numero di aziende attive nel tech e nell'industria 4.0. Anzi, Urban Power, lo studio di architetti dietro all'ambiziosa iniziativa, definisce Holmene proprio "la Silicon Valley europea".

Il progetto prevede anche degli spazi per l'energia pulita: impianti per la produzione di energia solare, e non solo, garantiranno un quarto dell'intero fabbisogno delle nove isole. Dovrebbero essere 380 le società che saranno ospitate nell'arcipelago artificiale, con una cosa come 12mila nuovi posti di lavoro creati.

La costruzione partirà nel 2022, ma per vedere i lavori terminati bisognerà aspettare almeno fino al 2040.

Quanto è interessante?
6