Coraggiosi volontari si fanno infettare volontariamente con la malaria: ecco perché

Coraggiosi volontari si fanno infettare volontariamente con la malaria: ecco perché
di

Dei volontari si sono fatti infettare volontariamente - ovviamente ai fini della ricerca - per scoprire di più sulla malaria. Secondo quanto ha scoperto lo studio, pubblicato sulla rivista PLOS Medicine, i parassiti della malaria si raccolgono tutti nella milza... almeno nella prima settimana prima che l'infezione prenda il sopravvento.

Stiamo parlando di un piccolo, grande, passo per la comprensione di una malattia mortale che colpisce milioni di persone in tutto il mondo ogni anno. Senza contare che, grazie a questa scoperta, adesso è possibile rivedere e migliorare le nostre strategie di eradicazione e controllo della malattia.

Perché i parassiti Plasmodium vivax decidono di riunirsi nella milza? Molto probabilmente perché questo organo contiene molte cellule del sangue giovani, chiamate reticolociti, che il parassita può infettare. Quello che mancava all'interno della documentazione scientifica, infatti, erano le prove di quanto affermano nel nuovo studio.

Lo studio ha esaminato un campione ridotto di persone, solo sette, che sono state infettate per la prima volta da una dose di P. vivax (per tre volontari) o P. falciparum (per gli altri quattro volontari) sotto stretta sorveglianza. Ai fini della ricerca sono stati utilizzati due tipi di strumenti di imaging: risonanza magnetica e PET.

Il metabolismo del glucosio, un segno di cellule attive che consumano energia, è aumentato entro 11 giorni dall'infezione, in particolare in coloro infettati con il P. vivax rispetto al P. falciparum. Allo stesso modo, il volume della milza di queste persone ha mostrato un andamento simile. A parte le prove extra che questo studio fornisce sui parassiti della malaria nella milza, il documento suggerisce anche che l'imaging di tutto il corpo potrebbe essere uno strumento utile per studiare le infezioni da malaria.

Quanto è interessante?
1