Coronavirus: Amazon Prime Now "chiude" le consegne per via dell'alta domanda - Aggiornata

Coronavirus: Amazon Prime Now 'chiude' le consegne per via dell'alta domanda
di

Il Coronavirus sta creando problematiche di vario tipo. Tra queste, segnaliamo che oggi 24 febbraio 2020 l'e-commerce di Jeff Bezos ha deciso di sospendere temporaneamente le consegne nelle città di Milano e Torino a causa dell'alta domanda.

In particolare, stando a quanto riportato da Il Sole 24 Ore, Amazon ha deciso di "bloccare" le consegne Prime Now, ovvero quelle che consentono di ricevere l'ordine a casa in un'ora oppure all'interno di finestre di due ore. Non è chiaro quanto durerà questa decisione, ma la società si sta attrezzando per rafforzare il servizio. Collegandosi al sito ufficiale del servizio si nota subito l'avviso, che potete vedere anche nell'immagine presente in calce alla notizia: "Oggi le consegne non sono disponibili. A causa della richiesta, le fasce di consegna sono temporaneamente chiuse".

Ricordiamo che Prime Now è disponibile unicamente nelle città di Milano, Roma e Torino. Tuttavia, sembra che al momento le consegne non siano disponibili solamente per quanto riguarda Milano e Torino, mentre il servizio sembra funzionare a Roma. Tuttavia, nelle città coinvolte, anche gli altri servizi di e-commerce stanno riscontrando un'alta domanda e per questo motivo ci potrebbero essere particolari ritardi.

Insomma, al momento attuale fare la spesa online non è esattamente semplice per alcuni italiani. Gli addetti ai lavori si stanno adoperando affinché la situazione venga risolta il prima possibile. Nel frattempo, rimanendo in tema Coronavirus, vi ricordiamo che recentemente l'OMS ha pubblicato la ricetta per fare in casa amuchina e disinfettanti. Per il resto, vi invitiamo a informarvi sull'argomento attraverso le varie fonti ufficiali, dal sito ufficiale del Ministero della Salute a quello della World Health Organization (in inglese).

Aggiornamento ore 10:54 25/02/2020: L'avviso relativo alla città di Torino non è più visibile sul sito di Amazon Prime Now. Sembra quindi che la situazione sia tornata alla normalità. Tuttavia, il portale relativo alla città di Milano continua a mostrare il messaggio che potete vedere qui sotto.

Aggiornamento ore 17:50 25/02/2020: L'avviso legato alla città di Milano è ancora visibile, mentre nel portale dedicato a Torino è comparsa la scritta "Al momento lo spazio disponibile per le consegne potrebbe essere limitato". Insomma, attualmente anche a Torino ci potrebbero essere ritardi.

Aggiornamento ore 8:18 26/02/2020: L'avviso relativo alla città di Milano non è più visibile sul sito di Amazon Prime Now. Tuttavia, ora nei portali legati a Roma e Torino c'è la scritta "Al momento lo spazio disponibile per le consegne potrebbe essere limitato". Sembra comunque che Amazon stia lavorando bene. La situazione dovrebbe tornare presto alla normalità.

Quanto è interessante?
7
Coronavirus: Amazon Prime Now 'chiude' le consegne per via dell'alta domanda - Aggiornata