Il coronavirus blocca anche vendite della Corona Extra, bloccata in Messico il birrificio

Il coronavirus blocca anche vendite della Corona Extra, bloccata in Messico il birrificio
di

Il coronavirus sembra aver colpito tutti. Molti paesi del mondo, infatti, sono "chiusi" a causa della minaccia della pandemia di COVID-19 che ha fermato il mondo. Recentemente, anche l'azienda messicana produttrice della famosa birra "Corona Extra" sembra aver fermato la sua produzione. Il motivo è presto detto.

La CNN riferisce che la minaccia del coronavirus ha interrotto la produzione della birra in Messico, visto che, esattamente con l'Italia, la settimana scorsa il governo ha sospeso le attività non essenziali. Le massime autorità a capo del paese, infatti, non hanno considerato i produttori di birra come "essenziali".

Grupo Modelo, la società che produce la Corona, ha affermato in una dichiarazione fornita alla CNN che sta rispettando un piano per "garantire la fornitura di birra" qualora il Messico riconsidererà la categorizzazione non essenziale verso la birra. "Se il governo federale ritiene opportuno emettere alcuni chiarimenti che confermano la birra come un prodotto agroindustriale, al Grupo Modelo siamo pronti ad eseguire un piano con oltre il 75% del nostro personale che lavora da casa e allo stesso tempo garantendo la fornitura di birra."

Qualche tempo fa, qualcuno credeva che la birra corona fosse collegata - in qualche modo non ancora ben definito - al coronavirus. In Nord America ed Europa Occidentale, infatti, sui motori di ricerca è stato registrato un picco di ricerche per "virus della birra Corona". Ovviamente, la famosa birra messicana non ha nulla a che vedere con l'epidemia da COVID-19.

FONTE: futurism
Quanto è interessante?
5