Coronavirus: crolla la velocità di internet in Italia e negli Stati Uniti

Coronavirus: crolla la velocità di internet in Italia e negli Stati Uniti
di

L'aumento esponenziale delle persone connesse sta provocando rallentamenti a raffica per internet in molti paesi europei e nel Nord America. Pesano infatti le misure di lockdown adottate dai vari stati per contenere la diffusione del Coronavirus, ma l'impatto è davvero importante come spiegato da Speedtest in una ricerca pubblicata di recente.

Secondo il rapporto, negli Stati Uniti la velocità media per i download effettuati utilizzando la banda larga fissa è passata dai precedenti 140 agli attuali 133 Mbps nella settimana del 16 Marzo, rispetto alla precedente. Nello stesso periodo, la velocità di download da mobile è scesa da 75 a 72 Mbps. Occorre sottolineare inoltre che nel periodo in questione non tutti gli stati avevano attuato le misure d'isolamento, ecco perchè nelle prossime settimane l'impatto potrebbe essere ancora maggiore.

Passando all'Europa, in Germania la velocità media di download da rete fissa è scesa da 103 a 93 Mpbs, mentre in Italia da 130 a 126 Mbps.

Discorso diametralmente opposto in Cina, dove l'epidemia di Coronavirus sta rallentando e quindi si sta registrando un miglioramento delle prestazioni della banda larga, dopo la diminuzione registrata a metà gennaio.

E' in questo contesto che si aggiungono le richieste dell'Unione Europea alle piattaforme di streaming, a cui ha chiesto di limitare la banda.

FONTE: Mashable
Quanto è interessante?
7
Coronavirus: crolla la velocità di internet in Italia e negli Stati Uniti