Coronavirus, Elon Musk ci ricasca: "numeri ridicoli, tanti falsi positivi"

Coronavirus, Elon Musk ci ricasca: 'numeri ridicoli, tanti falsi positivi'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Da inizio pandemia, le posizioni di Elon Musk sul Coronavirus hanno fatto storcere il naso e discutere, e di recente l'amministratore delegato è tornato sulla questione con un tweet che, siamo sicuri, attirerà molte critiche in quanto mette nuovamente in dubbio i dati sui contagi.

In risposta ad un articolo pubblicato da GeekWire in merito all'aumento di casi nello stato di Washington, Elon Musk ha affermato che "c'è un numero ridicolo di test falsi positivi per il Covid-19, in alcuni casi sono pari al 50%. I falsi positivo si ridimensionano linearmente con il numero di test effettuati. E' questo il motivo per cui, mentre stiamo registrando i ricoveri ed il tasso di mortalità, i positivi sono in aumento". Il messaggio si chiude con un consiglio: "i positivi dovrebbero ripetere il test".

Poco dopo Musk ha pubblicato un grafico riguardante l'andamento della curva dei morti, che mostra una sorta di plateau dopo settimane di crescita costante.

Ad inizio lockdown Elon Musk aveva definito "stupido" il panico per il Covid-19, attirandosi un'aspra serie di critiche anche da parte degli esperti. Secondo Musk inoltre il tasso di mortalità sarebbe molto sovrastimato e la viralità "sopravvalutata".

La posizione più drastica di Musk sulla pandemia però è senza dubbio quella assunta sul lockdown in California, quando nel definire "fascista" la quarantena ha annunciato la riapertura delle fabbriche nonostante le restrizioni locali.

Quanto è interessante?
4