Coronavirus, FBI: "hacker cinesi vogliono rubare dati su vaccino e cure"

Coronavirus, FBI: 'hacker cinesi vogliono rubare dati su vaccino e cure'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Un rapporto pubblicato dal New York Times riferisce che l'FBI e l'Homeland Security nelle prossime ore sarebbero pronte a lanciare l'allarme sicurezza per i laboratori che stanno lavorando su un vaccino contro il Coronavirus. A quanto pare infatti gli hacker cinesi starebbero cercando di rubare i segreti della lotta al Covid-19.

Nel dossier, però, sarebbero presenti delle evidenze secondo cui ad essere attivi su questo fronte non sarebbero solo gli hacker della Nazione del Dragone. Il Times parla anche dell'Iran e la Corea del Sud, oltre che il Vietnam che storicamente non è mai stata una nazione molto attiva su questo fronte.

L'autorevole giornale riferisce che questi attacchi avrebbero come obbiettivo la "caccia a dati relativi a vaccini, cure e test" da parte di "attori non tradizionali", e si sofferma principalmente sugli hacker legati a Pechino. Si tratterebbe infatti di studenti e ricercatori che lavorano o studiano negli Stati Uniti, ma che sarebbero stati incaricati dalla Cina di rubare informazioni dai principali laboratori degli USA.

Le accuse ovviamente dovranno essere dimostrate, ma il fatto che provengano dall'FBI è motivo di preoccupazione per gli Stati Uniti, che qualche giorno fa hanno riportato un tentativo di attacco ai danni della casa produttrice del Remdesivir, che secondo alcuni studi sarebbe uno dei farmaci più efficaci nel trattamento al Covid-19. Le prime evidenze hanno addossato l'hacking ad un gruppo di hacker iraniani.

Dal fronte del vaccino, di recente sono arrivate delle interessanti indicazioni sui test di Oxford, che Bill Gates si è detto pronto a finanziare di tasca sua.

Quanto è interessante?
4