Coronavirus, Steve Wozniak: "Potrei essere il paziente zero negli USA"

Coronavirus, Steve Wozniak: 'Potrei essere il paziente zero negli USA'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Dopo l'esplosione dei casi di Coronavirus in Italia, anche gli USA si preparano ad affrontare l'epidemia. Steve Wozniak ha mandato i propri follower nel panico in quanto ha suggerito che lui e sua moglie potrebbero essere i pazienti zero degli Stati Uniti.

Il co-fondatore di Apple ha infatti suggerito che avrebbe potuto contrarre il virus quasi due mesi fa mentre si trovava in Cina con Janet, sua moglie. Da qui la dichiarazione, che per molti è stata scherzosa ma per altri no, ovvero che potrebbero essere loro i pazienti zero.

Il 69enne, parlando con USA Today, ha osservato che lui e Janet hanno affrontato quella che può a tutti gli effetti essere definita "l'influenza peggiore della nostra vita" dopo aver visitato il sud-est asiatico a gennaio. Entrambi, al ritorno negli USA, hanno lamentato mal di gola e tosse, al punto che è stato costretto ad annullare alcuni impegni in quanto aveva completamente perso la voce. "Abbiamo cancellato tutto per tornare a casa. Non sono stato in grado di alzarmi dal letto per due giorni. Ho detto a tutti che ero malato e sono rimasto lontano da tutti a Las Vegas" racconta.

La sindrome che ha colpito Janet è stata più grave, e la moglie tossiva addirittura sangue. Nel momento in cui si è rivolta in un ospedale, i medici le hanno detto che "la malattia non era un'influenza americana". Ora, Wozniak racconta di non essere stato in grado di fare il tampone, "ma se il nostro ritorno dal sud-est asiatico fosse avvenuto oggi, saremmo stati sicuramente messi in quarantena, visti i sintomi che abbiamo avuto. Ma all'epoca non erano considerati importanti".

"Ho controllato la brutta tosse di Janet. E' iniziata il 4 Gennaio, appena tornati dalla Cina. Potremmo essere stati i pazienti zero negli Stati Uniti" si legge nel tweet dell'ex ingegnere Apple, che vi mostriamo in calce. Janet, sempre ad USA Today, ha affermato che il riferimento del marito al "paziente zero" era "una specie di scherzo" e che i sintomi gastrointestinali non sono caratteristici del Coronavirus. La donna ha anche affermato che le è stata diagnosticata un'infezione sinusale.

Woz ha anche rivelato di aver contattato la CDC, ma in risposta ha ricevuto solo un modulo in cui ha ricordato alla coppia di lavare le mani.

FONTE: NyPost
Quanto è interessante?
8