INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il 5 settembre 2022, mentre si stava avvicinando al Sole per un passaggio ravvicinato, il Solar Orbiter dell'Agenzia Spaziale Europea ha individuato un particolare fenomeno chiamato "serpente solare": Un percorso serpeggiante di gas atmosferici più freddi che si fanno strada attraverso il campo magnetico della nostra stella. Osserviamolo insieme.

Il particolare fenomeno è un condotto di plasma freddo sospeso da campi magnetici, che attraversa il circostante plasma più caldo dell'atmosfera solare. A questo punto, forse alcuni di voi si staranno giustamente chiedendo: Ma cos'è il plasma? Facciamo quindi un piccolo ripasso.

Per Plasma si intende quello stato della materia in cui un gas è così caldo che i suoi atomi iniziano a perdere elettroni, alcune delle loro particelle esterne. Questo rende il gas elettricamente carico e quindi suscettibile ai campi magnetici. Nel particolare caso del nostro Sole, tutto il gas nell'atmosfera è un plasma, poiché la temperatura supera il milione di gradi centigradi.

L'evento, estremamente interessante, fornisce quindi ulteriori informazioni sulla pletora di caratteristiche legate al nostro Sole e rivelate durante la straordinaria missione del satellite di osservazione guidato dall'ESA, soprattutto perché il "serpente", che si è propagato da un lato all'altro della nostra stella, è stato anche precursore di un'eruzione solare molto più grande.

David Long, del Mullard Space Science Laboratory (UCL) nel Regno Unito, che sta conducendo le indagini sul fenomeno, ha affermato: "Il plasma sta fluendo da un lato all'altro del Sole, ma il campo magnetico è così intricato da generare un tale cambio di direzione che pare il movimento di un serpente, così come possiamo osservare nel video".

Una curiosità: In realtà, il "serpente" ha impiegato circa tre ore per completare il suo viaggio da una capo all'altro del Sole, viaggiando comunque alla bellezza di 170 km al secondo. Il video, come lo vediamo ora, è stato quindi montato, come un time-lapse, dalle immagini dell'Extreme Ultraviolet Imager a bordo del Solar Orbiter. Incredibile vero?

Inoltre, quello che rende tale fenomeno così interessante è che è partito da una regione solare attiva che in seguito è esplosa, espellendo miliardi di tonnellate di plasma nello spazio. Questo solleva quindi la possibilità che il "serpente" sia stato una sorta di precursore di una espulsione di massa coronale, uno dei più intensi eventi di particelle energetiche solari rilevati finora dall'Energetic Particle Detector.

Lo studio di tali eventi consentirà di sviluppare una migliore comprensione dell'attività solare e del modo in cui influenza il "clima spaziale", tale da poter interrompere i satelliti e le altre tecnologie sul pianeta Terra a causa delle famose tempeste solari.

Non resta quindi che ammirare le incredibili immagini diffuse da ESA e NASA/Solar Orbiter/EUI Team.

Rimanendo in tema, se siete affascianti dalla potenza del nostro Sole, non potete perdervi questo incredibile video di una gigantesca esplosione di massa coronale.

FONTE: ESA
Quanto è interessante?
5
Cos'è un 'serpente solare'? Scopriamo insieme il particolare fenomeno