Cosa dice la risoluzione dell'Unione Europea sui "robot killer" approvata lunedì

Cosa dice la risoluzione dell'Unione Europea sui 'robot killer' approvata lunedì
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Mentre, comprensibilmente, l'attenzione mediatica era tutta rivolta verso la nuova direttiva sul Copyright, il Parlamento Europeo ha votato una risoluzione che richiede la messa a bando, a livello internazionale, dei robot-killer — le AI in grado di uccidere autonomamente, senza l'intervento di un essere umano.

La trattativa per una misura analoga era fallita non troppo tempo fa in seno all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Alcuni Paesi hanno ritenuto opportuno prendere ulteriore tempo per approfondire gli eventuali benefici di una simile tecnologia — spiega la BBC.

Anche durante il dibattito parlamentare a Bruxelles non sono mancate diverse osservazioni critiche. Alcuni europarlamentari pensano che una risoluzione come quella che è stata approvata possa frenare la ricerca scientifica nel campo delle intelligenze artificiali. Emblematico l'intervento di apertura dell'Alta Commissaria con delega PESC Federica Mogherini: "So che questo potrebbe sembrare un dibattito su cose che riguardano un futuro distante o la fantascienza. Non è così."

Altro problema, sottolineano alcuni europarlamentari, nasce da un eventuale recepimento asimmetrico di un simile divieto, con Paesi —magari alcuni di quelli occidentali più attenti alla questione— che si privano della possibilità di utilizzare strumenti di guerra di questa categoria, e altri che ignoreranno il problema ponendosi in notevole vantaggio tecnologico in caso di conflitto.

La risoluzione è stata approvata con 566 voti a favore, 47 contrari e 73 astensioni lo scorso 12 settembre.

Nel testo della risoluzione, che potete leggere a questo link, si richiede al Vicepresidente della Commissione, all'Alto Rappresentante e agli Stati membri di produrre e adottare una posizione comune sui sistemi bellici autonomi — la scadenza per questa è fissata prima di ottobre 2019, periodo in cui si dovrebbe tenere l'incontro trai membri della Convention on Certain Conventional Weapons. Posizione comune che si dovrà basare sull'assunto che ogni sistema bellico autonomo abbia sempre e comunque una forma di controllo da parte dell'uomo.

Inoltre Consiglio, Vicepresidente della Commissione, Alto Rappresentante e Stati Membri sono chiamati a lavorare per prevenire lo sviluppo e la diffusione di armi autonome sprovviste di controllo umano nelle fasi più critiche. Il testo menziona esplicitamente la scelta dei bersagli e, quindi, l'apertura del fuoco.

Quanto è interessante?
7

Scopri le migliorie offerte del Black Friday 2018: sconti e promozioni per risparmiare sui tuoi acquisti!