di

Dopo aver gettato uno sguardo ai TV Samsung del 2020, concludiamo questa carrellata di approfondimenti rispondendo ad una domanda che spessi viene posta: cosa sono le HDMI 2.1 e quali tecnologie implementano.

Cosa sono le HDMI 2.1 e quali tecnologie implementano?

Le HDMI 2.1 stanno iniziando a diffondersi sempre di più nei televisori. Complice il loro arrivo anche su PC e console, le HDMI 2.1 hanno suscitato molto interesse da parte dei gamer, attratti dalle funzionalità che portano in dote, pronte per il presente ma anche per il futuro del mondo dell’intrattenimento. Le HDMI 2.1 sono destinate a dettare gli standard audio-video da qui ai prossimi anni, le loro potenzialità non possono essere sfruttate appieno al giorno d’oggi ma acquistando ora un televisore compatibile è possibile rimanere al passo con tutte le evoluzioni che arriveranno nei prossimi anni.

Per capire cosa sono è bene precisare che non si tratta di uno standard completamente nuovo, quanto più di un aggiornamento rispetto alla versione 2.0, di cui mantiene anche lo stesso connettore. Su questa base è stata aggiunta una banda passante nettamente superiore e la possibilità di avere funzioni utili in diversi ambiti, dal gaming all’audio. Le HDMI 2.1 sono uno standard flessibile, spesso non tutte le sue caratteristiche vengono implementate, è possibile infatti avere TV che utilizzano tutte le funzioni ma senza il supporto alla risoluzione 8K ad esempio, una scelta fatta per adattare questa connessione anche ai televisori 4K, che non hanno bisogno di tutta la banda passante disponibile.

Proprio la capacità di trasmissione dei dati è la principale differenza rispetto allo standard precedente ed è in grado di raggiungere i 48 Gbit/s, contro i 18 Gbit/s delle HDMI 2.0. Questo balzo enorme nella banda passante si è reso necessario per permettere di veicolare segnali video in 8K a 30 Hz senza compressione, molto più grandi di quelli in 4K. Ma le HDMI 2.1 sono pensate per il futuro, ecco perchè è possibile arrivare fino al 10K a 120 Hz, utilizzando però la Display Stream Compression, una tecnologia che comprime i dati che viaggiano sul cavo per consentire di raggiungere risoluzioni elevatissime. Le HDMI 2.1 permettono quindi di raggiungere l’incredibile risoluzione di 10240x4320 pixel a 120 Hz, un dato che la dice lunga sul ciclo di vita che avrà questo standard, che si preannuncia molto lungo.

Risoluzioni di questo tipo non sono ancora sfruttate oggi nel gaming, anche raggiungere il più “semplice” 4K a 120 Hz è un compito complesso da portare a termine, tuttavia le HDMI 2.1 portano altri vantaggi in questo specifico campo. Il primo, e più importante, è sicuramente il VRR, acronimo inglese che descrive il Refresh Rate Variabile. La mancata sincronizzazione del refresh rate dello schermo con i frame generati dalla GPU di una console e di un PC causa infatti un fenomeno chiamato tearing, che provoca la divisione delle immagini in più parti, un difetto visivo fastidioso durante il gioco. Fino ad ora si è usato un approccio software per risolverlo, con il V-Sync, oppure hardware, grazie a tecnologie come G-Sync e FreeSync. L’approccio software è efficace ma porta con sé un aumento dell’input lag, quello hardware funziona meglio ma si è diffuso poco nel mondo TV. Ora con il VRR anche i televisori possono sincronizzare il loro refresh rate con gli fps generati da PC e console, diminuendo così l’input lag e aumentando il senso di fluidità delle immagini.

Insieme al VRR l’altra caratteristica pensata per il gaming è il l’ALLM, una funzione che attiva automaticamente la Game Mode quando si accende una console collegata. In questo modo non serve più entrare nei menù di configurazione del televisore per sfruttarla, rendendo questo passaggio più semplice anche per gli utenti meno esperti, che possono così godere dei vantaggi derivanti dal basso input lag.

Ultima novità introdotta dalle HDMI 2.1 riguarda l’audio. L’eARC permette infatti di gestire nel canale audio di ritorno le codifiche di ultima generazione, fino a un bitrate massimo di 36 Mbit/s.

Come si può vedere la natura flessibile della HDMI 2.1 permette di adattare le sue specifiche a prodotti anche molto diversi. Il supporto a risoluzioni e a refresh rate elevati, unito alle nuove funzioni disponibili, disegnano uno standard destinato a durare a lungo nel tempo, ponendo le basi per l’intrattenimento del presente e del futuro.

Quanto è interessante?
6