Che cosa sono Mastodon e il Fediverso? Non confondetelo con il Metaverso!

Che cosa sono Mastodon e il Fediverso? Non confondetelo con il Metaverso!
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Da quando Elon Musk è diventato CEO di Twitter la piattaforma social dell’uccellino blu è nel caos, tra licenziamenti e una vera e propria fuga di utenti. La piattaforma che ne sta beneficiando maggiormente è Mastodon, social network parte del fediverso. Ma cos’è il fediverso e che differenza c’è con il metaverso?

Questa domanda, in realtà, è frutto soltanto della confusione tra i due “universi”, poiché si tratta di due concetti piuttosto differenti. Il fediverso non ha infatti nulla a che vedere con il metaverso e, anzi, si pone nella posizione diametralmente opposta alla concezione del futuro che hanno Meta e i sostenitori del Web 3.0. Il fediverso è un sistema di social networking decentralizzato che esiste da molto più tempo del metaverso, concepito come insieme di server federati utilizzati per file hosting, blogging e social networking. Ogni server è indipendente, ma possono intercomunicare l’un l’altro consentendo all’utente di creare una identità comune alle molteplici realtà del fediverso.

Alla base del fediverso si trova un protocollo standard chiamato ActivityPub, grazie al quale i vari server possono condividere informazioni tra loro. Chiunque può unirsi al fediverso gratuitamente creando un account in una (o più) delle istanze a disposizione (ovvero dei singoli siti su cui operano i social), e le piattaforme esistenti sono già molte e variegate.

La più famosa a oggi è Mastodon, nata in Germania nel 2016 e che opera in maniera simile a Twitter ma promuovendo una maggiore democraticità. L’obiettivo primario è quello di tutelare la privacy degli utenti: per questa ragione, Mastodon è open source, non raccoglie i dati degli iscritti, non contiene pubblicità e nemmeno algoritmi segreti. Chiunque può ospitare il proprio server nella rete – ovvero creare una istanza – e consentire ad altre persone di interagire su più piattaforma aperte. Ciascun server ha il proprio codice di condotta, termini di servizio e politiche di moderazione: in assenza di un server centrale unico, le persone hanno il diritto di scegliere a quali server unirsi a seconda dei propri interessi.

Altre piattaforme famose sono PixelFed, alternativa a Instagram dove fotografie e video sono il vero focus dell’esperienza social. PeerTube, invece, mira a sostituire YouTube con un sistema peer-to-peer. O ancora, Friendlica è il “rivale” di Facebook.

In termini più semplici, il fediverso non è altro che un insieme di server interconnessi, ognuno con le sue peculiarità e i suoi contenuti, pensato per sfruttare al meglio le capacità di Internet e garantire agli utenti un’esperienza d’uso piacevole, sicura e, soprattutto, libera dalle logiche dei social tradizionali. Il metaverso è molto più complesso, una idea interessante di “Mondo 2.0” o Web 3.0 che mira all’evoluzione della rete all’insegna di esperienze ricche, complete, illimitate e con un’interoperabilità senza precedenti, la cui esecuzione è però oggetto di discussione a causa dell’operato attuale di Meta, società che sta spingendo più concretamente sul settore.

Quanto è interessante?
1