Ecco cosa ha mostrato la sonda Cassini prima di esalare il suo ultimo respiro su Saturno

Ecco cosa ha mostrato la sonda Cassini prima di esalare il suo ultimo respiro su Saturno
di

Nel 2017 la sonda Cassini, dopo una missione durata 13 anni, decise di culminare la sua esistenza nel modo più teatrale possibile: schiantandosi sulla superficie di Saturno. Grazie a ciò, gli scienziati hanno ottenuto una grande quantità di dati, tra cui uno sguardo approfondito ai maestosi anelli del pianeta gassoso del nostro sistema solare.

Un nuovo documento pubblicato il 13 giugno su Science, descrive i risultati di quattro strumenti ottenuti dalla sonda. Questi risultati offrono agli scienziati una nuova visione su alcune proprietà sconosciute degli anelli.

Tra i risultati più concreti, affermano i ricercatori, è stato notato che gli anelli sono meno dimezzati di quanto sembrasse in precedenza, cosa che fa supporre che queste formazioni siano abbastanza giovani, di circa 10 milioni di anni.

Inoltre i diversi strati degli anelli sembrano avere brame differenti: grumose, lisce e striate. Questa differenza potrebbe essere a causa delle dimensioni delle particelle che formano i vari strati delle strutture, composti prevalentemente da ghiaccio e materiali organici.

Gli scienziati hanno anche notato delle "eliche", piccoli spazi vuoti che si aprono negli anelli a causa di minuscole lune nascenti, larghe poche migliaia di metri (che potrete osservare in calce all'articolo).

Queste osservazioni confermano inoltre che gli anelli sembrano essersi creati dai detriti in orbita di Saturno, e non dai resti cometari di altri corpi celesti nel sistema solare, come pensavano alcuni scienziati.

Nonostante questi dati abbiano molto da insegnarci su Saturno e la sua composizione, secondo Linda Spilker della NASA, "abbiamo solo sfiorato la superficie" di quello che può offrire il pianeta. "Sono certa che ci sono ancora nuove scoperte in attesa" ha infine affermato la scienziata.

Di recente grazie agli anelli del pianeta si è scoperto anche quanto dura un giorno su Saturno, queste maestose strutture però, potrebbero scomparire molto presto.

FONTE: astronomy
Quanto è interessante?
13
Ecco cosa ha mostrato la sonda Cassini prima di esalare il suo ultimo respiro su Saturno