Ecco cosa ne pensano i paleontologi di Jurassic World: Dominion

Ecco cosa ne pensano i paleontologi di Jurassic World: Dominion
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Al cinema è recentemente sbarcato "Jurassic World: Dominion", terzo film della nuova trilogia dedicata alle bestie preistoriche più amate di sempre: i dinosauri. All'interno della pellicola ci sono molte di queste creature, ma cosa ne pensano i paleontologi? Per saperlo Live Science ha parlato con due esperti del settore.

Si sta parlando di Steve Brusatte, paleontologo dell'Università di Edimburgo in Scozia, che è stato consulente scientifico del film, e Kenneth Lacovara, professore della School of Earth and Environment e il fondatore del "Jean and Ric Edelman Fossil Park and Museum" presso la Rowan University di Glassboro, nel New Jersey.

Quando il regista del film, Colin Trevorrow, ha contattato Brusatte gli ha subito detto: "Sto iniziando a scrivere il prossimo film. Voglio inserire un gruppo di nuovi dinosauri e voglio inserire dei dinosauri piumati - finalmente". I dinosauri piumati sono "qualcosa che tutti desideravamo ardentemente nel mondo della paleontologia", ha affermato Brusatte.

Nonostante nel film ci siano alcune ricostruzioni reali, come dei dinosauri dal becco d'anatra conosciuti come Parasaurolophus che corrono attraverso un paesaggio innevato, ci sono anche alcune esagerazioni (come ad esempio le dimensioni del Mosasaurus). Queste pellicole, però, sono utili perché "ci saranno bambini che guarderanno 'Jurassic World: Dominion' che diventeranno paleontologi o scienziati grazie a questi film", secondo Lacovara.

Nel lungometraggio è anche presente un Dreadnoughtus, titanosauro di 65 tonnellate vissuto circa 77 milioni di anni fa in Argentina, ben rappresentato secondo gli addetti ai lavori. "Sembra massiccio, sembra potente e non sembra particolarmente amichevole. È così che immagino il Dreadnoughtus", ha dichiarato infine Lacovara.

Voi avete visto l'ultimo Jurassic World? Cosa ne pensate?

Quanto è interessante?
1