Cosa succederà ai vecchi TV dopo lo switch off al DVB-T2?

Cosa succederà ai vecchi TV dopo lo switch off al DVB-T2?
di

Secondo gli ultimi studi condotti dalla Fondazione Ugo Bordoni, la metà delle famiglie italiane sarà costretta a cambiare TV a causa dello switch off al DVB-T2. Tuttavia, verrebbe quasi automatico chiedersi cosa succederà ai vecchi televisori non compatibili con il nuovo standard dopo lo switch off.

La verità è che il nuovo standard è adattabile a tutti i tipi di televisori, anche i CRT a tubo catodico. Ciò che bisogna fare è semplicemente collegare un decoder in grado di decodificare il nuovo segnale e fornire la resa video necessaria per poter accedere al nuovo digitale terrestre.

Sul mercato sono disponibili varie tipologie di decoder per il DVB-T2, che permettono di godere di varie qualità di visione e di accedere a servizi interattivi ed extra.

Ricordiamo che su queste pagine è disponibile un approfondimento che spiega quando entra in vigore il nuovo digitale terrestre DVB-T2. Lo switch off si articola su più date ed il primo step scatterà il 1 Settembre 2021, quando si passerà allo standard di compressione video MPEG-4 AVC, mentre il passaggio vero e proprio al DVB-T2 scatterà il 30 Giugno 2022 quando sarà attivo ufficialmente il nuovo standard. Il nostro consiglio è sempre di cautelarvi con largo anticipo per capire se è necessario cambiare il vostro televisore o se invece è compatibile e non necessita l'aggiunta di nulla.

Quanto è interessante?
4