Cosa sarebbe successo se il nostro pianeta fosse stato 10 volte più grande?

Cosa sarebbe successo se il nostro pianeta fosse stato 10 volte più grande?
di

Nell'Universo ci sono tantissimi pianeti: dai corpi celesti caldissimi, a mondi rocciosi giganti. Quest'ultimi vengono chiamati "Super-Terre", si tratta di un pianeta extrasolare di tipo roccioso con una massa compresa tra 1.9-5 e 10 quella terrestre. Cosa sarebbe successo al nostro pianeta se fosse stato 2 o 10 volte la dimensione che è adesso?

Indipendentemente dal motivo delle dimensioni attuali del nostro pianeta, non c'è modo di sapere veramente cosa accadrebbe alla Terra se fosse più grande. Tuttavia, è possibile immaginarlo grazie allo studio di questi mondi giganteschi. Per cominciare, tutto sarebbe più basso: dagli esseri umani al Monte Everest. Questo perché se la Terra avesse il doppio delle sue dimensioni, tutto sarebbe più pesante, perché la forza di gravità aumenta all'aumentare della massa. Con un pianeta più grande e un campo gravitazionale più forte, inoltre, la Terra sperimenterebbe anche più collisioni, dichiara a Live Science Rory Barnes, dell'Università di Washington.

Se l'ipotetica super-Terra fosse ancora più grande, ad esempio 10 volte la sua massa attuale, potrebbero iniziare ad accadere alcuni cambiamenti drammatici al suo interno. Anche il nucleo di ferro e il mantello liquido sarebbero 10 volte più grandi e con una maggiore gravità che agisce su una massa più grande, la pressione sotto la superficie terrestre aumenterebbe. Questa alta pressione potrebbe far solidificare il nucleo di ferro, afferma Barnes. Il nucleo è il responsabile del campo magnetico terrestre, se quest'ultimo si solidificasse, non ci sarebbe più alcun campo magnetico. L'uomo ha anche sottolineato che un interno più grande potrebbe rendere la super-Terra più vulcanicamente attiva di quanto non sia mai stata.

Sorprendentemente, molte delle super-terre scoperte finora sembrano essere ricche d'acqua. Tuttavia, questi pianeti potrebbero non essere abitabili, poiché i loro abissi si poggiano su uno strato di ghiaccio solido. Questo ghiaccio non è formato dalle basse temperature, ma dall'intensa pressione dell'oceano super-profondo, che forza le molecole d'acqua a stare in una sorta di "stato solido".

Purtroppo, gli addetti ai lavori hanno più domande che risposte su questi tipi di corpi celesti. Per adesso, riteniamoci fortunati ad essere nati su un pianeta grande al punto giusto.

Quanto è interessante?
5