Cosa è successo durante il primo volo diretto di 19 ore della storia

Cosa è successo durante il primo volo diretto di 19 ore della storia
di

Qantas pianifica l'apertura di una tratta diretta tra New York e Sidney, Australia. Sono 19 ore filate, e ad oggi non esistono voli così lunghi. La compagnia ha portato a termine il primo volo di prova con a bordo giornalisti e clienti affezionati. Non si tratta di un volo normale, e gli accorgimenti speciali (dal cibo alle luci) sono moltissimi.

Quando i clienti e i giornalisti sono saliti a bordo del Boeing 787-9 Dreamliner, il personale di bordo si è premurato di spiegare a lungo quale è la strategia della compagnia per proteggere il benessere dei passeggeri durante il primo viaggio di questa lunghezza.

Tanto per iniziare, il volo è stato preso alle 21 ma è stato fatto tutto il possibile per convincere i passeggeri a stare svegli per le prime sei ore, in modo da non cadere vittime del jetlag. Ovviamente i passeggeri potevano addormentarsi prima, ma non era consigliato. Le luci sono rimaste accese per tutte le prima sei ore del viaggio, e poco dopo il decollo hanno ricevuto un primo pasto estremamente speziato: un modo per accendere il loro metabolismo e rendere più difficile che si assopissero prima del tempo.

Per monitorare l'impatto del volo sulla salute psicofisica dei passeggeri, ad ognuno di loro è stato dato un braccialetto elettronico per monitorare alcuni parametri. Ogni passeggero aveva anche a disposizione il materiale necessario per annotare la sua esperienza e riportare eventuali anomalie. Ad un certo punto i passeggeri sono stati anche invitati a fare della leggera ginnastica in uno spazio apposito.

Quando le prime sei ore di volo sono giunte al termine, gli assistenti di volo hanno portato un secondo pasto ricco di carboidrati, in modo da favorire il sonno. Le luci si sono quindi spente quando ormai, per il fuso orario di New York, erano le quattro di mattina passate.

Sono seguite quindi dalle otto alle sei ore di sonno spedite per la maggior parte delle persone a bordo, con una colazione leggera a base di frutta al risveglio.

Seguendo questo metodo, la maggior parte dei passeggeri è arrivata con tutte le energie necessarie per affrontare la giornata, dato che al momento dell'atterraggio a Sydney era pieno giorno.

FONTE: Bloomberg
Quanto è interessante?
6