Creata una pompa per infusione di chemioterapia da "inserire" nel cervello

Creata una pompa per infusione di chemioterapia da 'inserire' nel cervello
INFORMAZIONI SCHEDA
di

La nuova invenzione americana potrebbe essere decisamente sorprendente. Una pompa che può essere impiantata direttamente nel cervello, in grado di fornire continuamente farmaci chemioterapici nei pazienti con tumore.

Mentre Elon Musk punta ad impiantare un chip nel cervello umano entro sei mesi, un team di ricercatori ha testato un sistema del tutto innovativo. Stiamo parlando di una pompa impiantabile, con scopo di fornire farmaci chemioterapici direttamente nel cervello bypassando di conseguenza la barriera ematoencefalica.

L'esperimento è stato condotto su 5 pazienti di età superiore a 18 anni con diagnosi di glioblastoma ricorrente. Questi sono stati trattati con il farmaco chemioterapico "Topotecano" ed un agente tracciante che funge da mezzo di contrasto chiamato Gadolinio, in modo tale che gli scienziati potessero misurare la distribuzione del farmaco durante il test.

Dai risultati emersi grazie alle scansioni di risonanza magnetica detta anche MRI, si evince che il farmaco chemioterapico irrompe con successo nel tumore e nell'area circostante. Inoltre, la concentrazione dei farmaci somministrati è di circa 1000 volte maggiore del trattamento classico per via endovenosa o orale. Gli esperti sottolineano come l'obiettivo della ricerca sia ovviamente quello di far sì che la pompa possa continuare a fornire farmaci continuamente.

Difatti il prototipo può essere acceso o spento in modalità wireless e riempito con un semplice ago. Tutto ciò consentirebbe ai pazienti di svolgere normalmente le proprie attività quotidiane senza avere alcuna consapevolezza di quando la pompa sia accesa o spenta.

Attualmente, nonostante i risultati siano stati incoraggianti è bene tener presente che il numero di pazienti testati sia stato davvero esiguo per dimostrare un effettivo beneficio nella sopravvivenza. Nel mentre, potremo presto "illuminare" le cellule tumorali in modo tale da facilitarne l'asportazione, in tutti quei casi in cui la terapia chirurgica risulta efficace.

Quanto è interessante?
2