di

Mentre Anonymous lancia un avvertimento ad Elon Musk in merito ai tweet sulle criptovalute, il creatore di Ethereum Vitalik Buterin ha parlato di Dogecoin e della potenziale interoprabilità tra i due token nel corso di una conversazione con il ricercatore del MIT Lex Fridman.

Fridman nel corso del podcast ha ricordato a tutti che il 15 Maggio 2021 Musk aveva affermato che Dogecoin potrebbe superare il Bitcoin "a mani basse se i suoi sviluppatori avessero apportato tre miglioramenti alla piattaforma: mining più veloce, blocchi 10 volte più grandi e commissioni per le transazioni 100 volte più basse".

Il 23 Maggio successivo, Buterin in un post sul blog ufficiale ha risposto per le righe al CEO di Tesla affermando che la scalabilità della blockchain di cui aveva parlato il sudafricano potrebbe portare ad "un sistema centralizzato" e "compromettere le proprietà fondamentali che rendono una blockchain quella che è".

La discussione è continuata con Fridman che ha chiesto a Buterin se abbia paura di Dogecoin. La risposta è stata un mix di ironia e sarcasmo: "sicuramente non temo Doge! Amo il Doge!" ha affermato, riferendosi al cane che dà il nome alla moneta. "Ho visto il Doge in Giappone alcuni anni fa. È un cane fantastico che è ancora vivo", ma poi è tornato serio ed ha affermato che "invitiamo ed accettiamo Doge ogni anno alle nostre conferenze per sviluppatori. Sicuramente non credo che Ethereum sia contrara a Dogecoin. La amo, ho comprato un mucchio di Doge e ne ho ancora in mano tanti".

Ricordiamo che dalla scorsa settimana Dogecoin è anche supportata da Coinbase.

Quanto è interessante?
3